Rottweiler

20/10/2014
Rottweiler
Il Rottweiler spesso è catalogato come cane pericoloso per via del suo aspetto forte ed imponente.
 
Negli untimi anni questa razza è stata oggetto di cattiva pubblicità riempiendo le pagine di cronaca nera, ma la colpa è da imputare all’inadeguato comportamento dell’uomo nei suoi confronti.
 
Il Rottweiler necessita di un buon addestramento da parte di professionisti competenti e validi, capaci di poter fornire loro la giusta guida.
 
Un Rottweiler bene allevato e bene educato non è MAI inutilmente aggressivo e mordace. Anzi, è capace di una tenerezza quasi commovente.


Rottweiler: origini

Originario della Germania, rientra nella categoria dei molossoidi come il Mastino napoletano ma si distingue per il pregio di non sbavare ed è quindi più gradito in appartamento.
 
Il Rottweiler prende il nome dalla città tedesca di Rottweil dove è stato selezionato, all’inizio aveva il ruolo di cane da traino come il Malamute, il Groenlandese ed il famosissimo Husky, distinguendosi da loro per il clima in cui operava.
 
Oggi il Rottweiler è una delle razze da difesa più conosciute al mondo e se correttamente allevato, educato e socializzato è un ottimo cane per famiglie, perché ha molto bisogno del contatto umano per avere il giusto equilibrio ed è capace di una tenerezza quasi commovente.
 
Non è consigliabile lasciarlo solo con dei bambini piccoli, non tanto per la sua affidabilità, quanto per il suo fisico possente e il fatto che non sa prendere le misure.
 

Foto repertorio: Rottweiler seduto


Rottweiler: aspetto
 
In genere ha un’altezza compresa tra i 60 e i 70 cm al garrese, le femmine leggermente meno, molto muscoloso arriva a pesare fino a 50 kg.
 
Il Rottweiler è un cane molto potente, elastico ed ha una grande resistenza alla fatica, proprio per questo ha bisogno di grandi spazi dove potersi sfogare e fare un esercizio adeguato alla sua stazza.
 
Si presenta con occhi medio-grandi, a mandorla, di colore scuro, muso ampio ed orecchie medio-grandi, pendenti, triangolari.
 
Il suo fisico robusto, compatto e potente, evoca grande forza, elasticità e resistenza.
 
La coda un tempo veniva tagliata: ora che viene lasciata integra si è scoperto che il Rottweiler ha una coda bellissima.
 
Il mantello è nero focato, formato da pelo e sottopelo. Esiste anche una versione di Rottweiler di colore bianco, ma è molto raro da incontrare e presenta un mantello a pelo medio lungo.
 
L’andatura è armoniosa, sicura, potente e sciolta con buona falcata.

Il Rottweiler è un trottatore. Tranne quando galoppa!


Foto repertorio: Rottweiler cucciolo


Rottweiler: carattere ed aducazione

Oggi il Rottweiler è una delle razze da difesa più conosciute al mondo, ma se correttamente allevato, educato e socializzato è un ottimo cane per famiglie, perché ha molto bisogno del contatto umano per avere il giusto equilibrio ed è capace di un’immensa tenerezza.
 
E’ docile e amabile, anche molto protettivo nei confronti di quelli della propria famiglia, mentre tollera gli altri se è stato ben addestrato.
 
Non è consigliabile lasciarlo solo con dei bambini piccoli, non tanto per la sua affidabilità, quanto per il suo fisico possente e il fatto che non sa prendere le misure.
 
La femmina è decisamente più tollerante, meno indipendente, e si integra più facilmente nella vita di famiglia.
 
Il Rottweiler è un cane che deve essere in forte sintonia con il padrone: è quindi essenziale saperlo educare al meglio.
 
Innanzitutto è importante che interagisca fin da piccolo con altri cani e persone, di ogni età, e anche con altri tipi di animali.
 
Il Rottweiler non può vivere abbandonato in un cortile o troppo solo in appartamento, perché ne soffrirebbe e si correrebbe il rischio che diventi aggressivo.
 
Se non si ha molta esperienza nell’educazione dei cani, è consigliato rivolgersi ad un veterinario comportamentalista o ad un educatore che lo imposti e ci mostri come fare per farci ascoltare.


Foto repertorio: Rottweiler in piedi


Rottweiler: Salute ed alimentazione
 
Il Rottweiler è un cane molto rustico, che gode in genere di una salute eccellente: la durata media della sua vita è abbastanza buona (12 anni) e, nonostante il peso, non è di frequente colpito da displasia coxo-femorale.
 
L'alimentazione del Rottweiler deve essere ben curata e ben gestita dal padrone. Un'altra cosa importante è procurarsi un alza ciotole, per non andare incontro a cattiva digestione e a problemi gastro-intestinali, ma soprattutto alla torsione dello stomaco.




SCHEDA TECNICA A CURA DI GIUNTI EDITORE:

ORIGINI
L’origine remota è quella comune a tutti i molossoidi, che hanno come progenitore il Mastino tibetano. Cani di tipo molossoide erano presenti, con nomi diversi a seconda della zona, in tutta la Germania. Il suo nome deriva da quello della città di Rottweil, dove era assai diffuso l’antico “cane dei macellai”, un animale estremamente versatile perché era capace di fare la guardia, di difendere il padrone e di prestarsi ad altri mestieri compreso quello di cane da traino.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di taglia superiore alla media, con corpo ben muscoloso, leggermente allungato rispetto all’altezza, compatto e vigoroso, evocante forza, elasticità e resistenza. La testa è imponente, di media lunghezza: il muso è lungo come il cranio. Gli occhi sono scurissimi, a mandorla, di grandezza media. Le orecchie sono di grandezza media, pendenti, di forma triangolare, molto distanti tra di loro, attaccate alte. Il collo è robusto e asciutto, privo di giogaia. Il petto è largo e profondo. Il dorso è diritto, robusto e teso. Gli arti sono bene in appiombo, di ossatura robusta, ben muscolosi. La robusta coda veniva tradizionalmente tagliata corta e portata orizzontalmente. Il più recente standard tedesco prevede ora che la coda non possa più essere amputata, ma in molti paesi questa disposizione non è ancora in vigore. Pelo: di media lunghezza, duro, compatto, aderente, disteso; presenza di sottopelo. Colore: nero con focature ben delineate, di colore bruno fulvo saturo, sulle guance, sugli occhi, sul muso, sulla parte inferiore del collo, sul petto, sulla parte interna degli arti, sulla radice della coda. Taglia: maschi 60-68 cm; femmine 55-65 cm.

ATTITUDINI
Tranquillo, docile e fedele con la famiglia, è un difensore temibilissimo, dotato di grande coraggio e di un morso estremamente possente. Ama i bambini, purché essi sappiano rispettarlo. È il più possente cane da difesa, ma è anche equilibrato e sicuro, purché si tratti di un soggetto di provata genealogia e purché abbia un padrone altrettanto equilibrato. È ottimo anche come guardiano e come cane da compagnia. È anche uno dei migliori cani da pista, essendo dotato di fiuto eccezionale. Dovrebbe essere sempre addestrato, cosa che tra l’altro apprezza moltissimo. Quasi tutti i soggetti sono molto dominanti, quindi necessitano di una mano energica e sicura, ma hanno anche bisogno di dolcezza, perché le maniere troppo brusche e rudi hanno il solo risultato di stimolare l’aggressività del cane oppure, al contrario, di renderlo troppo sottomesso, timido e nervoso.

SALUTE
È un cane molto rustico e robusto che non pone problemi particolari.

DOVE TENERLO
Sta molto volentieri in casa, perché è legatissimo alla famiglia, ma la presenza di buon sottopelo gli permette di vivere anche all’aperto. Cuccioli e cuccioloni dovrebbero muoversi il più possibile su terreno naturale.

NOTE
Oggi è un cane molto temuto, soprattutto per colpa di alcuni irresponsabili che lo acquistano per avere il “canekiller”, incattivendolo con addestramenti cruenti e innaturali. In realtà il Rottweiler è un cane dal forte temperamento, non adattissimo ai profani ma fondamentalmente buono e leale.

FCI 147 Gruppo 2

Nazionalità: Germania

Sezione: 2 Molossoidi e cani da montagna
Sottosezione: 1 Tipo Dogue

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top