Foto: Niente iPad, TV o cellulari, ma scorpioni, coccodrilli e giraffe che si invitano per il tè: l'affascinante infanzia della famiglia di una grande ambientalista

05/03/2019
Immagine   1 / 9
Niente iPad, TV o cellulari, ma scorpioni, coccodrilli e giraffe che si invitano per il tè: l'affascinante infanzia della famiglia di una grande ambientalista 1

Saba Douglas-Hamilton e la sua famiglia si sono trasferite nella savana africana nel 2014, la loro casa è un campo di tende e i loro vicini sono gli animali.
 
Questo è il racconto della sua esperienza al Daily Mail:
 
“La scorsa notte le mie figlie gemelle si sono precipitate a dirmi che avevano visto uno scorpione fuori dalla loro stanza.
 
O un Parabuthus maximus per essere precisi: Mayian e Luna amano usare il suo nome latino di questo mostro estremamente velenoso – ed a volte mortale - perché pensano che suoni come un incantesimo di uno dei loro libri preferiti di Harry Potter.
 
Comunque tu voglia chiamarli, gli scorpioni non sono insoliti nel profondo della selva africana, dove la mia famiglia - mio marito, Frank, e le nostre tre figlie, Selkie, quasi dieci anni e Mayian e Luna di sette anni - sono venute a vivere nel 2014.
 
Dire che è remoto è un eufemismo: proprio a nord-est della Great Rift Valley del Kenya, e a nord-ovest del Monte Kenya, il Samburu e le vicine Buffalo Springs e Shaba National Reserves ospitano circa 1.000 elefanti e costituiscono un arido altro mondo.
 
Lontano dalla diffusione suburbana di mattoni e malta, la nostra casa è un campo di tende e, a parte gli elefanti con i quali lavoriamo e condividiamo un habitat, i nostri vicini sono leoni, bufali, iene e scimmie che vagano in questa natura selvaggia, e il popolo nomade delle tribù Samburu, Somali, Turkana e Borana.
 
Non c'è televisione, né iPad qui, né un giocattolo di plastica in vista. Invece delle Barbie, le mie ragazze giocano con archi e frecce...
Per saperne di più vai all'articolo.

Comments powered by Disqus
Top