Foto: Nelle mie foto esprimo l’emozione che provo ogni volta che incontro un cane

05/02/2016
Immagine   1 / 40
Nelle mie foto esprimo l’emozione che provo ogni volta che incontro un cane 1

Vi abbiamo fatto conoscere molti bravissimi fotografi di animali, ma il lavoro di questa donna, Kaylee Greer si distingue davvero come uno fra i migliori al mondo.
 
In una recente intervista per 500px lei racconta che ogni volta che incontra un cane si sente "sopraffatta dalla gioia, con lo stomaco pieno di farfalle e il cuore che esplode" sin da quando era una bambina:
 
"A qualsiasi età, in qualsiasi momento della mia vita, incontrando un cane per la strada, mi sono sempre sciolta (e ancora lo faccio) in una pozza di felicità e adorazione."
 
Questo è fondamentalmente l'effetto che cerca di ottenere anche quando li fotografa:
"Cerco di catturare quei piccoli momenti, quelli in cui i cani esprimono la loro gioia spontaneamente", ha spiegato. "Le mie immagini vogliono essere un riflesso di come mi sento esattamente quando guardo questi cani: un’esplosione di vitalità, colore, purezza e fantasia."
 
Il brand di Kaylee "Dog Breathe Photography" è nato nel 2007, quando scattò una foto del suo cane Toby, un Pit Bull adottato in un rifugio che ha cambiato la sua vita per sempre.
 
"Ricordo la foto del mio cucciolone come se fosse ieri. E’ allora che è iniziato tutto" dice Kaylee su 500px. "Il momento in cui ho immortalato il suo sorriso perfetto ho appena saputo che c'era qualcosa lì. C'era una sorta di magia che avevo bisogno di inseguire".
 
Lei sostiene che Toby è stato il "respiro" dietro "Dog Breathe Photography". Da allora la sua attività di fotografa di cani è stata un grande successo e in questo momento lei è al completo fino al 2017 tra i clienti privati, aziende commerciali e laboratori didattici.
 
Kaylee afferma però che il suo lavoro preferito in assoluto e il più gratificante è quello con i cani dei rifugi in tutto il mondo.
E’ appassionata di animali abbandonati e dimenticati e aiuta a raccontare le loro storie attraverso la lente della sua fotocamera nella speranza di cambiare la loro vita per il meglio.
 
Ha viaggiato visitando i rifugi che si occupano di animali abbandonati in tutto il mondo: in Costa Rica (dove ha scattato la foto dei tre volpini di Pomerania), in Australia, a St. Croix e sarà in viaggio questa primavera verso la Spagna per aiutare i cani senza casa.
 
Kaylee afferma che lavorare con i cani è la cosa più gratificante e più impegnativa che abbia mai fatto e che non cambierebbe mai per niente al mondo.
 
Per seguire il lavoro di Kaylee potete farlo su 500px o visitare il suo sito web o la sua pagina Facebook.
 
Foto e Fonte: Barkpost

Comments powered by Disqus
Top