Tutto quello che devi sapere per scegliere un toelettatore

04/10/2018

Al giorno d’oggi, soprattutto chi vive in città in appartamento e condivide tutti i suoi spazi con il proprio cane ha la necessità per mantenerlo pulito, bello e sano di affidarsi ad un salone di toelettatura.
 
Ma trovare un bravo toelettatore per il nostro cane è più difficile di quanto la maggior parte dei proprietari di cani immaginino.
 
Prima di tutto bisogna pensare che l’esperienza in toelettatura non è una gioia per il cane: i cani, a differenza dei gatti, amano essere sporchi, non capiscono perché devono farsi bagnare, phonare, spazzolare, snodare, pulire le orecchie, tagliare le unghie, spremere le ghiandole perianali, il tutto legato in un posto che non conoscono da persone che non conoscono.
 
Quindi è importante abituarli sin da piccoli e affidarsi ad un professionista esperto che sappia conquistarsi la loro fiducia.
 
Quando lasciamo il nostro cane ad un toelettatore, abbiamo bisogno di sapere che si prenderà cura del suo benessere non solo curando la sua igiene e il suo pelo con professionalità, ma anche rispettandolo in quanto individuo con una sua personalità e sensibilità.
 
Ecco allora quello che dovete sapere per scegliere una toelettatura.
 
 
LA RICERCA
 
Le toelettature più affidabili devono una buona percentuale della loro attività al passaparola.
 
Ciò significa che il consiglio del nostro veterinario in primis, o dei nostri vicini, se stiamo cercando un toelettatore vicino a casa, sono una preziosissima fonte di informazioni.
 
E’ una buona cosa quindi parlare con altri proprietari che hanno dei cani tenuti evidentemente bene ed informarci sul loro salone di toelettatura di fiducia.
 
Un altro metodo è quello di controllare le recensioni online: ormai praticamente ogni salone di toelettatura ha la sua pagina sui social e possiamo visitarla per verificare tra i commenti se sono stati presentati reclami, oltre che per osservare le foto del lavoro svolto che vengono pubblicate.
 
LA VALUTAZIONE SUL POSTO
 
E’ buona prassi, una volta che ci è stato consigliato il toelettatore, andare a visitare il salone e osservare.
 
Entrando nel negozio non dovremo sentire cattivi odori, e nemmeno vedere un ambiente sporco: l’igiene del locale è la prima cosa da controllare.
 
Chi si dedica a questa attività deve disporre di un certificato che lo abiliti a realizzarla: cerchiamo se alle pareti sono affissi corsi, stage o diplomi vari e chiediamo a lui/lei direttamente come è avvenuta la sua formazione.
 
Un altro indicatore importante è se il processo di toelettatura resta visibile ai proprietari.
La maggior parte dei saloni ha una sorta di finestra di osservazione o una porta a vetri.
Nella stragrande maggioranza dei casi, vi verrà detto che il proprietario non deve assistere: se il toelettatore vi chiede di assentarvi per il tempo della toelettatura è semplicemente perché finché sarete nei paraggi, il cane sarà più distratto ed eccitabile, ma è da considerarsi una bandiera rossa se i cani si trovano in un'area chiusa al pubblico ed il salone non vi lascia nemmeno dare un'occhiata.
 
Analizziamo anche come viene accolto il nostro cane e come vengono trattati gli altri animali che vi si trovano.
Facciamo caso a come saluta il nostro cane e se si interessa dei suoi precedenti problemi di salute alla pelle e delle sue preferenze, per essere in grado di dedicargli attenzioni personalizzate.
Interessarsi del carattere e della storia clinica di ogni animale è segno non solo di sensibilità, ma anche di professionalità, perché permette di garantire il trattamento adatto.
 
Chiediamo poi direttamente come vengono gestiti i cani difficili o ansiosi. I toelettatori dovrebbero usare semplicemente la loro voce e qualche volta dei premietti (informandosi prima se il vostro cane ha allergie) e i cani che sono ansiosi, iperattivi o spaventati dovrebbero fare delle pause durante il processo di toelettatura.
 
La fiducia si costruirà con il tempo se il rapporto si baserà sempre sulla sincerità.
Ad esempio, se l’animale riporta qualche piccola ferita prodotta dal movimento, cosa che può verificarsi con facilità, è importante che il professionista lo comunichi. In questo modo, dimostra il grado di preoccupazione e professionalità del salone scelto.
 
In conclusione portare il proprio cane in un salone di toelettatura ha numerosi vantaggi: grazie a una toelettatura periodica, infatti, l’animale lascerà meno peli per casa e correrà un rischio minore di contrarre malattie, sarà meno propenso ad avere pulci, zecche e avrà un manto sano, fresco e curato, privo di nodi o di infeltrimenti che causerebbero infezioni cutanee.

Ma è fondamentale che il posto in cui lo portiamo sia sicuro e che sia noi che il nostro cane instauriamo con il toelettatore un rapporto basato sulla fiducia.
 
Comments powered by Disqus
Top