Se il gatto ci porta in dono le sue prede…

02/03/2016

Se i vostri gatti hanno la possibilità di uscire in giardino o in uno spazio aperto, sicuramente vi sarà capitato di trovare sulla porta di casa una lucertola, un topolino, un uccello o un qualche tipo di insetto, che il gatto cattura per istinto predatorio più che per necessità e di cui poi fa “gentile omaggio” a voi, ovvero i suoi umani.
 
Ricevere in regalo dal proprio gatto le prede di caccia può non essere piacevole, ma si tratta di un gesto istintivo che sottende la sua voglia di prendersi cura di voi. Va quindi apprezzato il gesto simbolico senza offenderlo: dal suo punto di vista è un ripetere ciò che mamma gatta faceva con lui quando era piccolo e non aveva ancora appreso le tecniche di caccia.
 
Alla luce del fatto che i nostri mici ci considerano membri della famiglia, è molto probabile, infatti, che stiano cercando di insegnarci a cacciare, proprio come la mamma ha fatto con loro. Questo comportamento è più marcato nelle gatte sterilizzate che non possono avere figli e ci trattano come un surrogato.
 
Un’altra teoria afferma, invece, che le prede siano dei regali con cui il nostro micio ci vuole ringraziare.
 
Un’altra ancora sostiene che per i gatti la casa in cui vivono sia un posto sicuro, e quindi ci portano le prede perché sanno che non le faremo prendere da nessun altro gatto, che le terremo al sicuro per loro.
 
In tutti i casi, soprattutto per le prime due teorie, i gatti non andrebbero sgridati (come spesso facciamo); i nostri mici vengono disorientati dalla nostra reazione: in fin dei conti vogliono solo insegnarci o farci un regalo!
 
Per questo motivo, quando capita, bisognerebbe elogiarlo e fargli una carezza (per quanto difficile possa essere in tale contesto) e poi sbarazzarsi della preda in qualche modo.
 
Foto e Fonte: GcomeGatto
Comments powered by Disqus
Top