AIUTARE IL GATTO A RILASSARSI DAL VETERINARIO

19/12/2012
    tag:

 

Tutti gli animali non amano in generale andare dal veterinario: l’ambulatorio medico con i suoi odori, la paura di essere manipolati o di provare dolore, spesso li fanno agitare come dei bambini.

I gatti, in particolare, possono risultare ancora più difficili da gestire, perché scappano in giro per l’ambulatorio più facilmente e possono ricorrere, oltre che ai denti, anche alle unghie.

Un ambiente nuovo, soprattutto per i gatti che sono molto stanziali, viene percepito come un’esperienza negativa, ma ci sono alcune tattiche per aiutarlo a rilassarsi.

 

Insegnare al vostro gatto ad amare la sua gabbietta o il trasportino

Una delle parti più stressanti di andare dal veterinario è il viaggio in auto. Di solito, il gatto è già in uno stato di panico prima ancora che abbiate lasciato il garage. 

Per aiutare il vostro gatto rilassarsi in auto, è necessario insegnargli a mettersi a proprio agio nella sua gabbietta o trasportino. Qualche settimana prima della visita veterinaria, e non all'ultimo minuto, è consigliabile quindi far familiarizzare il vostro gatto con la gabbietta attraverso dei giochi.

Invece di forzare il vostro gatto ad andare dentro il trasportino, bisogna lasciarlo avventurarsi all'interno da solo. Lasciate aperta la gabbietta, con una coperta all'interno, in una camera che il vostro gatto ama frequentare. 

Si può creare un percorso fatto di crocchette che porti alla gabbietta e poi al suo interno, oppure lasciare nel trasportino dei giochi in maniera casuale, sempre con lo sportellino aperto, in modo che il gatto possa entrare e uscire a suo piacimento e sentirsi a suo agio. Una volta che il vostro gatto è volontariamente entrato nella gabbietta, iniziate a chiudere la porta inizialmente per brevi periodi (un minuto, tanto per cominciare), sempre mentre lui è distratto dai giochi o dal cibo, per poi liberarlo subito dopo e ripetete l’esperimento per periodi di volta in volta più lunghi.

 

Il viaggio in macchina

Per i mici il viaggio in automobile è spesso una tortura: la sensazione di movimento pur restando fermi, li confonde e terrorizza. E’ necessario, quindi, abituarli per gradi, iniziando a portarlo con voi per brevi tragitti, fino a raggiungere per gradi il tempo di percorrenza da casa vostra allo studio medico.

Se il vostro gatto ha bisogno di un piccolo aiuto per calmarsi, è possibile utilizzare dei ritrovati sintetici in commercio per riprodurre i ferormoni felini, che si possono spruzzare nella sua gabbia o collegare alla presa accendisigari. 

 

Imparare ad amare il veterinario

Infine, ovviamente, il gatto deve imparare ad amare il suo veterinario.

Come prima cosa sarebbe davvero utile poter scegliere degli ambulatori che prevedono una sala d’attesa separata per cani e per gatti, in modo da evitare ai nostri amici inutili tensioni.

In sala d’attesa poi, per evitare al vostro gatto l’ansia derivante da un ambiente sconosciuto, tenete l’apertura del trasportino rivolta verso di voi.

Una volta nella sala d'esame, se c'è tempo, lasciate che il vostro gatto esca dalla gabbia da solo. Ruotate il trasportino in modo che sia rivolto verso la parete, e tentate il vostro micio con una piccola ricompensa: un bocconcino o delle crocchette. Se hanno abbastanza tempo, la maggior parte dei gatti verranno fuori da soli. 

Ma ci sono alcuni gatti che sono più a loro agio nelle loro gabbiette: scegliendo allora un trasportino con gabbietta rimovibile dall’alto, potete permettere a questi gatti di essere esaminati senza mai lasciare la metà inferiore del supporto.

Poiché nella maggior parte dei casi l’ansia del gatto è riconducibile all’incapacità di dominare l’ambiente estraneo, può essere di grande aiuto farsi autorizzare dal proprio veterinario e portare in ambulatorio la coperta preferita dal nostro micio: in modo da poterla stendere per lui e ricostruire in questo modo un ambiente riconoscibile.

Fonte: VetStreet
Comments powered by Disqus
Top