Gatti: un nuovo studio spiega perché dovremmo passare più tempo a coccolarli

07/10/2015

Coccolare e parlare con i gatti, non è solo un modo molto piacevole di trascorrere il tempo: arriva la prova scientifica che questo tipo di comportamento aiuta anche a mantenerli in salute!
 
Per questo studio - pubblicato questo mese sulla rivista Preventive Veterinary Medicine – sono stati monitorati 96 gatti provenienti dai rifugi, che sono stati divisi in due gruppi.
 
Quelli appartenenti al primo gruppo sono stati sottoposti ad un’interazione, denominata "Gentling”, che prevedeva che ogni gatto venisse coccolato, spazzolato e fatto giocare dalla stessa persona per 10 minuti alla volta, quattro volte al giorno, per 10 giorni.
 
I gatti del secondo gruppo invece hanno avuto come unica interazione umana quella con un ricercatore che portava loro semplicemente da mangiare, restando in piedi di fronte alla loro gabbia con gli occhi bassi, per la stessa durata di tempo.
 
Tutti e 96 i gatti selezionati per lo studio sono stati considerati sani e sereni, privi dei segni di ansia e frustrazione che dimostravano all'inizio della ricerca.
 
Ma i gatti sottoposti al "Gentling” sono risultati più felici e soddisfatti e non hanno riportato disturbi respiratori, mentre i gatti del secondo gruppo si sono dimostrati meno soddisfatti e più esposti alle malattie, secondo quanto risulta dagli esami.
 
Nel secondo gruppo 17 gatti su 49 hanno sviluppato disturbi delle vie respiratorie superiori, rispetto al primo gruppo in cui hanno riportato disturbi solo 9 gatti su 47.


 
La consulente del benessere degli animali, Nadine Gourkow, una dei due ricercatori che hanno condotto questo studio, ha detto al The Huffington Post che ha trovato una "forte associazione tra le emozioni positive indotte dal Gentling e la buona salute".
 
L'idea è che la soddisfazione psicologica ed emotiva dei gatti stimoli la produzione di un anticorpo, che aiuta a combattere i disturbi delle vie respiratorie superiori.
 
"Abbiamo imparato che il gatto domestico è molto sensibile al tipo di trattamento che riceve dagli esseri umani", ha dichiarato Clive JC Phillips, professore di benessere degli animali presso l'Università del Queensland, e altro autore dello studio.
 
La coppia prevede di continuare la ricerca su questo filone.
Il prossimo studio esaminerà quali metodi di  Gentling sono più efficaci.
Nadine Gourkow presto lancerà anche un sito web in cui si insegna al personale dei rifugi come mantenere i loro gatti sani, felici e renderli più facilmente adottabili.
 
Il professor Phillips ha dichiarato pensa si possa scoprire lo stesso effetto studiando anche altri tipi di ricoveri per animali, come i canili che spesso ospitano cani con tosse, ed è sicuro che "questo studio sia importante sia per gli animali di casa, come per quelli ospitati nei rifugi."
 
“Questo studio ha reso chiaro, anche a me, come gli animali domestici siano sensibili, compreso il mio cane, al tipo di trattamento che gli riserviamo e come questo si rifletta anche sulla loro salute".
 
Fonte: The Huffington Post
Comments powered by Disqus
Top