Trenitalia scende in campo contro l’abbandono: cani grandi in carrozza a 5 euro

08/08/2016

Circa 28mila tagliandi già staccati per l'iniziativa lanciata da Trenitalia per prevenire il fenomeno abbandono, riservata ai proprietari di cani di grande taglia, quelli non alloggiabili nei trasportini. I dati sono riportati in un comunicato dell'azienda ferroviaria italiana.
 
Solitamente i cani di media e grossa taglia, che non possono viaggiare con il trasportino, pagano un biglietto esattamente pari alla metà di quello del proprietario, invece con questa iniziativa i proprietari di questi esemplari potranno far viaggiare i propri animali a soli 5 euro, a prescindere dalla distanza coperta.
 
Trenitalia è molto soddisfatta del risultato dell'iniziativa che sta riscuotendo maggiori adesioni proprio in questo mese di agosto.
 
L'iniziativa di Trenitalia è stata messa in campo principalmente per contrastare il fenomeno dell'abbandono degli animali e in particolare i cani di grossa taglia, che solitamente non possono viaggiare nei trasportini di misure 70x30x50.
 
Non vi sono variazioni in merito alle normative usuali, come usare guinzaglio e museruola con il proprio animale e il rispetto di viaggiare con un solo animale per persona.
 
I gatti e i cani di piccola taglia, che viaggiano con i trasportini, possono accedere a qualsiasi treno, che si tratti di prima o seconda classe e Executive, business, Premium e la categoria Standard della linea Alta velocità.
 
Mentre gli animali domestici più grandi possono viaggiare sui treni: IC e ICN in prima e seconda classe e sui treni Frecciabianca, Rossa e Argento in prima, seconda e nei livelli di servizio Standard e Businness a esclusione dei servizi Executive, premium e Area del silenzio e salottini.
 
Inoltre potranno viaggiare sui regionali nell'ultima carrozza a esclusione dell'orario 7-9 a.m. nei giorni feriali. Nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette e nelle vetture Excelsior, per compartimenti acquistati per intero.
 
L'accesso dei nostri amici a quattro zampe non è assolutamente ammesso nella carrozza ristorante/bar, l'unica eccezione viene fatta per i cani guida dei non vedenti che viaggiano gratuitamente sempre sui treno senza alcun obbligo.
 
Bon ton in viaggio
Il biglietto scontato per i propri amici a quattro zampe, non autorizza in nessun caso comportamenti scorretti da parte dei proprietari dell'animale, come occupare posti destinati agli accompagnatori o altri viaggiatori nelle carrozze, oppure permettere ai propri cani o gatti di recare disturbo agli altri viaggiatori. Le regole di bon ton vanno rispettate anche sui treni e vanno seguite le eventuali indicazioni del personale del treno.
 
Ulteriori info qui sul sito Trenitalia
 
Fonte: Blastingnews
Comments powered by Disqus
Top