Un’orsa che ha trascorso 10 anni in una gabbia allagata inizia una nuova vita

06/06/2018

Per 10 anni, l'unica casa che Dasha l'orsa bruna ha conosciuto era una gabbia metallica angusta fuori da un ristorante di Yerevan, in Armenia.
 
Lei e il suo compagno, Misha, non avevano niente da fare ogni giorno, così si sporgevano dalle sbarre della gabbia e imploravano i clienti del ristorante per avere degli avanzi di cibo. Il resto del loro tempo lo trascorrevano facendo su e giù nella gabbia per far fronte allo stress della cattività.
 
A peggiorare le cose, il fiume che scorreva vicino alla loro gabbia spesso straripava, lasciando i due orsi intrappolati con l'acqua che arrivava fino alle loro spalle e nessun altro posto dove scappare.
 
Fortunatamente, lo scorso novembre, l’International Animal Rescue (IAR) e la Fondazione per la conservazione della fauna selvatica e dei beni culturali (FPWC) hanno convinto i proprietari del ristorante a consegnare loro la coppia di orsi che sono stati subito trasferiti in un santuario di montagna.
 
Ma per Dasha, la ruota della fortuna non aveva ancora smesso di girare...
 
Qualche settimana fa, è emersa dalla sua tana dopo un lungo inverno di letargo con una sorpresa spettacolare: aveva dato alla luce due cuccioli sani!
 
Al momento del suo salvataggio, i custodi di Dasha non avevano idea che potesse essere incinta. Ma ora sarà in grado di crescere i suoi cuccioli in un ambiente naturale con così tanto spazio per esplorare e apprenderà insieme a loro che cosa significa essere un orso in libertà.
 
"Ha ricevuto tutte le cure necessarie dopo essere stata salvata: frutta, verdura, noci e miele per ingrassare e fare scorta prima del letargo... ma nessuno ha intuito che il suo buon appetito fosse il risultato della gravidanza", ha detto Vicky Mkrtchyan, coordinatrice dei progetti ambientali per FPWC a TheDodo. "Le gravidanze degli orsi passano per lo più inosservate e danno alla luce i loro piccoli durante uno dei risvegli dal letargo, così abbiamo visto i cuccioli solo quando è uscita dalla sua tana alla fine del suo letargo".
 
Dal momento che i volontari del santuario hanno solo contatti con gli orsi quando sono necessari dal punto di vista medico, non conoscono ancora il sesso dei cuccioli.
Ma a 2 mesi sembrano felici e in buona salute accanto alla loro mamma, ha detto Vicky.
 
Anche se il letargo è finito, Dasha passa ancora molto tempo nella tana con la sua piccola famiglia. Viene anche regolarmente avvistata nella sua foresta, ma non si allontana mai troppo dai cuccioli.
 
I cuccioli rimarranno con Dasha almeno fino alla prossima primavera e poi lo staff valuterà il loro potenziale rilascio in natura quando a quel punto saranno in grado di procurarsi da soli il proprio cibo.
 
"La prossima primavera potrebbe essere il momento ideale per iniziare la loro nuova vita", ha detto Vicky.
 
Fino ad allora, Dasha continuerà ad allevare i suoi piccoli in pace: uno spettacolo ancora più gratificante per la squadra di soccorso dal momento che conoscono tutta la sofferenza che ha vissuto prima che i cuccioli entrassero nella sua vita.
 
"Era già entusiasmante vedere Dasha liberata dalla gabbia vicino al fiume che finalmente poteva iniziare a interessarsi alla vita e a conoscere la natura", spiega Vicky. "Ora, vederla con i suoi due piccoli cuccioli è semplicemente meraviglioso. È così commovente riflettere sulla sua vita miserabile dietro le sbarre e poi guardarla ora: una madre che si prende cura dei suoi cuccioli in natura, pronta a proteggerli dal mondo intero!".
 
Foto e Fonte: The Dodo
Comments powered by Disqus
Top