Ragazza italiana allestisce da sola un vecchio furgone per viaggiare per il mondo con il suo cane

12/04/2018

Marina Piro, una ragazza italiana appassionata di viaggi, è cresciuta con due obiettivi in ​​mente: "diventare un’autosufficiente fata della foresta" e vedere il mondo con il suo cane, Odie.
 
Odie è un incrocio tra Barbone e Labrador, Marina l’ha adottato: “Non avevo progettato di prendere un cane, ma quando l'ho visto è stato amore a prima vista”.
 
Marina descrive Odie così:
 
Cose che Odie ama
  • Dare la caccia e mangiare le mosche. Nessuna mosca può sentirsi al sicuro se Odie è nella stanza
  • Le carote, l’anguria e i dolci
  • Fingere di non capire la parola "seduto" o "no"
  • comportarsi come un cane piccola taglia e cercare di mettersi in braccio
  • spaventare gli altri cani (e ai loro rispettivi proprietari) facendo loro degli agguati
 
Cose che Odie odia
  • Essere lasciato solo
  • Il porridge
  • Realizzare che non è poi così piccolo
  • nuotare
  • le verdure verdi
  • le persone che indossano cappelli
 
Marina e Odie hanno realizzato il desiderio di vedere il mondo insieme grazie a Pam, il loro furgone completamente ‘restaurato’ e assolutamente confortevole.
 
L'anno scorso, dopo due mesi di ricerche, Marina ha iniziato il suo ambizioso progetto di allestimento ad hoc di un furgone acquistando una Renault Kangoo 5 porte del 2001. Ha prima svuotato la parte posteriore del veicolo e poi ha gradualmente ha completato una serie di modifiche, tra cui la sostituzione del pavimento, l'installazione di luci a LED, l’installazione di un angolo cottura e l’allestimento di un letto.
 
Con l’aggiunta di pochi accessori – come pentole e padelle, tendine per la privacy, biancheria da letto colorata e alcune piante d'appartamento - il veicolo è passato dall’essere una "piccola lattina mobile" all’equivalente di “casa dolce casa”.
 
Anche se viaggiare in aereo e in treno e alloggiare in hotel e ostelli può sembrare un po' più allettante che guidare molte ore in autostrada e sonnecchiare nella tua auto, Marina ha deciso di rinunciare ai mezzi di trasporto più convenzionali per poter portare con sé il suo amico a quattro zampe.
 
"La ragione principale per cui ho scelto di viaggiare con un furgone era che volevo avere Odie sempre con me", spiega sul suo sito web. "Un furgone sembrava l'opzione più praticabile. Troppi autobus, treni, compagnie aeree non accettano cani, per non parlare delle difficoltà che potresti affrontare per trovare un alloggio adatto".
 
Detto questo, anche se viaggiare in questo modo con il tuo migliore amico a quattro zampe al tuo fianco può sembrare perfetto, Marina aggiunge che un tale stile di vita ha le sue difficoltà: "Nonostante sia la soluzione più pratica, viaggiare e vivere in furgone con un cane può essere difficile a volte e bisogna considerarne bene tutti gli aspetti prima di buttarsi in questa avventura", dice, elencando fra gli aspetti negativi la limitazione del movimento, il fatto che non si debba mai lasciare il cane chiuso in auto da solo e la confusione generale che si crea in uno spazio così ristretto.
 
Eppure, Marina ama avere il suo dolce cagnolone al suo fianco in tutte le sue avventure e non cambierebbe questa scelta per nulla al mondo.
 
"Seriamente, chi non ama le coccole?" aggiunge. 

Godetevi le belle immagini dei due nella gallery qui sotto!
 
Se volete seguire Marina e Odie nelle loro avventure potete farlo sul loro sito, su Instagram e su Facebook
 
Foto e Fonte: My modern met
Comments powered by Disqus
Top