Prende con sé una scrofa destinata al macello e salva non una ma nove vite

14/03/2018

Kaley Zappini ama gli animali da quando è nata e alla fine è riuscita a trasformare quell'amore nello scopo della sua vita.
 
Tre anni fa, lei e il marito hanno acquistato un pezzo di proprietà nel nord della Florida. "Ero in paradiso con i miei cavalli nel mio cortile, poi ho iniziato a fare ricerche", racconta la donna a The Dodo.
 
Kaley ha scoperto l’esistenza delle cosiddette “aste della morte” dove cavalli indesiderati, asini e altri animali da fattoria vengono messi all'asta per essere mandati al macello.
 
Ha anche appreso per la prima volta del problema dei "mini" maiali: ovvero maiali venduti come piccoli animali domestici che finiscono senza casa una volta cresciuti, quando i loro proprietari si rendono conto che non sono affatto “mini”.
 
Così Kaley ha deciso di dare vita al Bentley's Barnyard Rescue, un rifugio per animali che hanno un disperato bisogno di amore e sicurezza.
 
Circa un anno dopo aver aperto il santuario, ha scoperto la storia di Kahlua, una scrofa di proprietà di un allevatore che ha deciso che non la voleva più e ha inserito un annuncio su Craigslist.
 
"L'ho trovata su Craigslist pubblicizzata come un ‘buon maiale da barbecue’" racconta Kaley. "Certo, vedendo il suo musetto ho dovuto fare qualcosa".
 
L'uomo ha detto a Kaley che Kahlua era troppo piccola per essere una buona scrofa da riproduzione e quindi la voleva vendere.
 
"Sono andata a prenderla il giorno dopo per impedire che diventasse il prossimo pasto di qualcuno!" racconta la donna. Ma non sapeva ancora cosa aveva appena fatto in realtà...
 
Dopo alcune settimane al santuario, il 1° marzo, Kaley è andata a controllare Kahlua ed è rimasta scioccata dalla scena che si è trovata di fronte…
 
Otto piccoli maialini stavano allattando da Kahlua. L'atto di gentilezza di Kaley aveva salvato non una, ma nove vite!
 
"Mi ha fatto una sorpresa incredibile", racconta Kaley. "Sono tutti sani e felici!".
 
È stato quasi come se Kahlua avesse voluto accertarsi di essere al sicuro prima di partorire.
 
"È stata molto ombrosa la prima settimana, ma alla fine si è resa conto che non sono una persona cattiva e ha imparato a fidarsi della signora gentile che le portava la macedonia ogni mattina", racconta Kaley. "Adora assolutamente i grattini sulla pancia!".
 
Tutta la famiglia rimarrà insieme, crescendo in sicurezza al santuario.
 
E Kaley non è l'unica ad essere così felice di averli lì: il primo maiale salvato dal santuario, Blue, è stato entusiasta quando Kahlua è venuta a vivere lì e ora che ha anche i cuccioli, è al settimo cielo.
 
"Blue era oltremodo entusiasta di avere un altro della sua specie e da allora sono inseparabili!" racconta Kaley. "Ed è un buon papà per questi piccoli".
 
Blue è stato salvato da Kaley dopo che il suo proprietario, che lo ha comprato come mini-maiale, si è reso conto che continuava a crescere, così è finito in un rifugio locale.
 
"Ama i cuccioli", dice Kaley. "Li tratta come se fossero suoi e li aiuta a restare vicini alla mamma. Dorme persino vicino al loro giaciglio".
 
Appena una settimana fa, i maialini hanno avuto il primo assaggio di quello che sarà di certo il loro passatempo preferito: giocare nel fango! Potete ammirarli nel video caricato sul profilo Instagram del saltuario <a data-cke-saved-href="https://www.instagram.com/bentleysbarnyard/?utm_source=ig_embed&utm_campaign=embed_ufi_test&acti target=" href="https://www.instagram.com/bentleysbarnyard/?utm_source=ig_embed&utm_campaign=embed_ufi_test&acti target=" _blank"="">@bentleysbarnyard
 
Stanno imparando tutto velocemente e per fortuna, dal momento che la loro mamma è stata salvata prima che nascessero, possono crescere senza nemmeno sospettare quanto poteva essere diverso e terribile il loro destino!
 
Vi lasciamo alla loro bellissima gallery.
 
Foto e Fonte: The Dodo
Comments powered by Disqus
Top