Posticipano il viaggio a Disney World per salvare un cane anziano e malato

12/10/2017

Sheridan e Bryan Thorse Pierard avevano programmato una vacanza rilassante a Disney World ma poi hanno improvvisamente cambiato idea dirigendosi verso un’altra meta.

La coppia, che gestisce il rifugio Thorse Dog Rescue in Oswego, Illinois, aveva deciso di dare una piccola pausa al loro lavoro di salvataggio di animali per potersi riposare un po’ ma quando hanno visto una foto di un piccolo cane bisognoso di aiuto le cose sono andate diversamente.

Era chiaramente in cattive condizioni”, riferisce Sheridan Thorse Pierard.

Era a poche ore di distanza dal posto che avevamo prenotato per la nostra vacanza e allora abbiamo deciso di proseguire per raggiungerlo”.

Il cagnolino aveva le ore contate ed era stato portato in un rifugio dove i cani non messi troppo bene o che non riescono a trovare una casa vengono soppressi.

Il cagnolino aveva più o meno 15 anni e stava così male che non era nella lista degli adottabili.

Quando i Pierard sono arrivati in quel rifugio si sono accorti che solo loro potevano salvarlo ma la decisione non era delle più facili.

Aveva perso quasi tutto il pelo, era molto sottopeso, non riusciva più a vedere, aveva un’infezione della pelle ed un terribile glaucoma mai curato”, riferisce Pierard.

“C’era tantissimo lavoro da fare giorno e notte per cercare di fare qualcosa per lui. Probabilmente il cagnolino sarebbe comunque morto, ho già avuto questo tipo di esperienza e forse non ero in grado di riaffrontare quella situazione”.

Pierard aveva programmato una bellissima vacanza di relax e divertimento e non altro pesante lavoro da portare a casa ma quando hanno incontrato quel cagnolino cieco e senza nome il loro cuore si è sciolto.

Ero molto molto stanca e stressata per potermi prendere cura di lui ma invece di pensare a me ho deciso di pensare a lui”, spiega Pierard.

“Ho pensato a quanto stesse soffrendo lui, un povero cagnolino completamente solo e malato”.

Pierard si è seduta sul pavimento di quel rifugio ed il cagnolino ha iniziato a scodinzolare mettendo le zampe sulla donna in segno di affetto.

Nonostante la sua terribile condizione fisica era chiaro che non aveva rinunciato alla vita.

“Ha strusciato il suo muso sulla mia faccia e mi ha abbracciata”, aggiunge Pierard.

È diventato un membro della famiglia del nostro rifugio”.

La coppia ha chiamato il cane Guppy e lo ha portato da un veterinario vicino casa.

Con la sua età avanzata e numerosi problemi di salute, il veterinario pensava che sarebbe morto molto presto ma la coppia non ha desistito.

Dopo molti giorni di ricovero in ospedale, l’occhio di Guppy è stato rimosso e la sua pelle trattato con magni medicali.

A casa, il progresso di Guppy è stato lento.

“Gli abbiamo fatto molti bagni medicali a base di sidro di mele, olio di cocco e aceto di mele, gli abbiamo anche messo un collare morbido perché continuava a leccarsi”.

 Guppy era completamente dipendente dai suoi umani, incapace di mangiare, di fare i bisogni e di muoversi da solo.

La notte ci svegliavamo continuamente perché spesso piangeva”, riferisce Pierard.

La salute di Guppy è poi migliorata ed è ritornato ad essere un forte cagnolino.

Dopo mesi la sua infezione cutanea ha iniziato a guarire e il suo pelo a ricrescere.

“È tornato ad essere autosufficiente”, riferisce Pierard.

È un cagnolino anziano quindi ama dormire tanto ma quando si sveglia inizia a giocare”.

Dopo un anno dal suo salvataggio il fortunato Guppy sta finalmente vivendo i suoi anni d’oro tra coccole e amore.

Dal momento che la pennichella è l’attività preferita di Guppy, la sua famiglia ha messo un lettino per lui in ogni camera della casa.

Guppy è chiaramente la dimostrazione che un atto di gentilezza può cambiare la vita di qualcuno.

“Quando lo vedo mi ricordo che nella vita non bisogna mai arrendersi”, riferisce Pierard.

Molte persone non adottano animali domestici perché dicono di non poter sopportare la loro morte, io li capisco ma comunque incoraggio tutti loro ad aprire il cuore e le case a questi piccoli amici”.

Vi lasciamo alla gallery di Guppy e della sua trasformazione.

 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top