Poliziotto trova un’aquila in difficoltà e le dà un passaggio per aiutarla

06/07/2018

Sul sedile posteriore di un’auto della polizia dell’Oregon, la scorsa settimana c’era un passeggero molto speciale.

Il sergente di prima classe Randall Hand ha risposto ad una chiamata di aiuto proveniente da un ranch di Beatty, Oregon, dove un uomo aveva visto un’aquila in difficoltà in un campo di erba medica.

Quando Hand è arrivato sul posto ha subito individuato l’aquila che cercava riparo in una zona d’ombra.

Evidentemente qualcosa impediva all’aquila di volare.

Fortunatamente Hand ha una certa esperienza in merito che lo ha reso perfetto per questo tipo di salvataggio.

Ho lavorato per 5 anni come biologo della fauna selvatica prima di entrare in polizia”, riferisce Hand.

Sono addestrato a gestire tutti i tipi di animali selvatici dell’Oregon ed ho fatto un corso apposito per i rapaci”.

Hand ha preso un cappotto dalla sua auto e si è avvicinato all’aquila.

“I rapaci che non riescono a volare sono abbastanza facili da catturare anche con una semplice coperta”.

È tipico per le aquile prova a difendersi rotolando sulla schiena per poter utilizzare meglio i loro artigli affilati.

“Arrivato vicino all’aquila, ho lanciato il cappotto sugli artigli e l’ho afferrata”, riferisce Hand.

“Poi, con cautela, ho messo l’aquila in posizione verticale e con una mano ho preso il controllo delle ali e con l’altra le ho bloccato gli artigli”.

Fin qui tutto bene tranne il fatto che l’aquila ha continuato a resistere agli sforzi di Hand.

“Era molto forte e soprattutto non era contenta di essere catturata”, riferisce Hand.

“Avevo bisogno di tenerla a distanza fino al raggiungimento della mia auto”.

Hand ha poi iniziato a pensare a come trasportare l’aquila in macchina.

La mia aiuto è fatta per trasportare persone ed ero preoccupato che si potesse fare male durante il tragitto”.

Hand ha messo l’aquila sul sedile posteriore e si è diretto al centro di salvataggio di animali selvatici.

Arrivato al Badger Run Wildlife Rehab (BRWR) di Klamath Falls, nell'Oregon, l’aquila è stata sottoposta ad un esame e si è scoperto che c’erano problemi ad una delle sue ali.

Ha subito un danno alla spalla e le è stato prescritto tanto riposo e riabilitazione.

Si sta riprendendo molto bene ed è molto affamata”, riferisce Liz Burton, coordinatrice del centro di salvataggio.

“Ha un danno ai tenuti molli e ci vuole un po’ di tempo per guarire”.

Per questo motivo non è sicuro che l’aquila possa tornare in libertà.

Se l’aquila non dovesse riprendersi del tutto verrà adottata da una tribù locale che si occuperà di lei.

Mentre il futuro dell’aquila è ancora incerto, non c’è dubbio che Hand abbia fatto un ottimo lavoro salvandola da morte certa.

Vi lasciamo alla gallery del salvataggio.

 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top