PERUGIA: DUE CUCCIOLI DI LABRADOR DONATI AI DETENUTI DEL CARCERE DI CAPANNE

01/02/2015

"Quello cui abbiamo assistito oggi è un esempio di positiva partecipazione delle persone detenute ad attività di volontariato sociale, un impegno attivo che ha risvolti umani e sociali di altissimo valore".
 
Così la vicepresidente della Regione Umbria con delega alle politiche sociali, Carla Casciari, intervenendo ieri mattina all'iniziativa "Prison puppy raiser" (Far crescere un cucciolo in prigione), durante la quale il Lions Club Perugia Concordia ha consegnato due cuccioli di labrador, Mirto e Margot, a quattro detenuti a Capanne, nel perugino.
 
"Dei cuccioli si occuperanno direttamente i detenuti selezionati per il progetto che, con l'aiuto di istruttori cinofili, non solo si prenderanno cura dei cani, ma insegneranno loro i comandi utili all'interazione con gli umani", ha spiegato la Casciari.
 
Il carcere fornirà lo spazio ed affiderà ai detenuti la cura e l’accompagnamento interno dei cuccioli, che potranno muoversi in ogni spazio dell’Istituto Penitenziario, con esclusione delle zone di sicurezza.
 
"Una volta formati - ha aggiunto - i cuccioli saranno poi donati alla scuola per cani guida Lions. Partecipare a questo progetto da un lato consentirà ai detenuti l'apprendimento di nozioni che potranno tornare utili una volta conclusa la pena per avviare percorsi di autonomia e reinserimento della società, dall'altro avranno sensibilmente contribuito alla socializzazione dei cuccioli anche in vista dell'importante ruolo che andranno a ricoprire come cani guida".
 
Foto: Perugia Online
Fonte: Nel cuore
Comments powered by Disqus
Top