Los Angeles: un progetto fotografico per incentivare l’adozione dei gatti neri

22/10/2015
La maggior parte dei rifugi per animali ha un sito web dove è possibile vedere le immagini degli animali in adozione, ma le foto sono spesso di scarsa qualità e i più penalizzati sono i gatti neri, proprio a causa del loro colore, almeno secondo quanto ha osservato una fotografa di Los Angeles, che ha deciso per questo di dedicare loro un progetto.
 
Casey Christopher, 31 anni, video editor e fotografa, ha deciso di aiutare i gatti neri che hanno bisogno di trovare una casa, mettendo a loro disposizione la sua professionalità per far spiccare le loro indubitabili doti.
 
Casey è stata volontariata presso il West Los Animal Shelter dal dicembre scorso, quando ha adottato il proprio gatto, Imogen.
 
"Due volte alla settimana andavo al rifugio e fotografavo i cuccioli che erano in cerca di una casa per pubblicare le loro foto sul sito web della struttura", ha detto Casey a TODAY.com, che lavora con una Nikon D-800 (del costo di più di 1.200 euro) di gran lunga superiore a qualsiasi telecamera smartphone.
 
Casey ha raccontato di aver da poco sviluppato un particolare interesse per i gatti neri, quando si è resa conto che non vengono adottati facilmente come altri felini più colorati.
 
"Un gatto tartarugato o arancione tende ad essere adottato più rapidamente, mentre i gatti neri restano nei loro box” racconta la fotografa.
 
Si è fatta l’idea che questo sia anche dovuto al fatto che i nostri amici dal pelo scuro non sono così fotogenici.
“Non vengono bene nelle foto, soprattutto quando sono ripresi in una gabbia scura" ha detto.
 
Per mettere meglio in luce le loro qualità Casey usa un flash esterno e schiarisce loro musetti durante l'editing.


 
Samantha Bell, comportamentalista felina per Best Friends Animal Society a Mission Hills, sostiene anche lei che i potenziali proprietari di animali domestici sembrano preferire creature più colorate.
 
Attualmente vi sono 486 gatti disponibili per l'adozione presso Best Friends e il 40%, sono neri o hanno il nero come colore primario, dice.
 
"Alcuni visitatori mi chiedono di mostrare loro il gatto più affettuoso che abbiamo, e quando gli faccio vedere un gatto nero, mi rispondono: 'Oh, ma non vogliamo un gatto nero'", dice Samantha.
 
"E' pazzesco perché, anche se il colore del manto non determina il temperamento di un animale, ho scoperto che spesso i nostri gatti più dolci sono proprio quelli neri!" racconta.
Va anche detto che il motivo per cui ci sono sempre più gatti neri nei rifugi rispetto a qualsiasi altro tipo di felino è che il nero è un tratto genetico dominante.


 
Per secoli inoltre il gatto nero ha provocato paura, sospetto e curiosità. Nelle credenze popolari, tramandate dal Medioevo, quest'animale infatti è presagio di sventura, stregoneria e morte.
 
Con l'approssimarsi della festa pagana di Halloween, gli animalisti lanciano ogni anno l'allarme: attenti! Se avete un gatto nero, tenetelo ben stretto.
Praticamente ovunque, negli Stati Uniti, in Europa e anche nel nostro Paese, in prossimità della notte delle streghe, si registra puntuale un aumento delle sparizioni e delle morti feline.
 
Assurda superstizione, profonda ignoranza, vecchie e ottuse credenze popolari, ad Halloween possono diventare un pericoloso mix per i poveri mici dal manto scuro.
 
"Ci sono tutti i tipi di superstizioni là fuori, ma c'è un vero picco di crudeltà verso i gatti neri durante Halloween" dice Casey.
 
Pensate che in America, ma da qualche anno anche in Italia, molte associazioni di volontari hanno organizzato vere e proprie ronde a protezione dei gatti neri, presi di mira dagli invasati.
 
 
Foto e Fonte: Today.com
Comments powered by Disqus
Top