Il leopardo che nessuno voleva ha finalmente trovato una casa

14/11/2016
Bakari, il leopardo, quando è nato non aveva molte speranze.

Scopriamo insieme la storia di Bakari:

nel 2010, Bakari è stato allevato in uno zoo tedesco e veniva utilizzato per una trovata pubblicitaria.

Portato via da sua madre in tenera età, il piccolo cucciolo era obbligato a sfilare intorno ai tavoli di cene natalizie in modo da poter far scattare agli ospiti “simpatiche” fotografie.

Ma come molti “Cuccioli da Selfie” Bakari non aveva nessun’altra utilità ed all’età di 2 anni lo zoo Tierpark Nadermann decise che non c’era più spazio per lui.

Per molti cuccioli la loro storia di solito finisce qui, a volte scompaiono e a volte finiscono la loro vita in gabbie da circo.

Bakari è stato un po’ più fortunato in merito ed è finito in un santuario nei Paesi Bassi chiamato Stichtung Pantera.

Proprio quando il santuario prometteva bene per Bakari ebbe delle grosse difficoltà economiche, molti recinti erano malandati e non potevano permettersi migliorie.

Bakari ha trascorso tre anni crescendo in una gabbia sottodimensionata mentre il santuario lottava per non fallire.

Nel 2013 il santuario chiese aiuto ad un’associazione chiamata Four Paws International.

Quando la Four Paws International arrivò sulla scena il team si accorse che la situazione di Bakari non andava per niente bene.

“È stato messo in un piccolo recinto adiacente a quello dei leoni, cosa poco intelligente visto che i leoni sono i suoi antagonisti naturali

La squadra si è subito messa all’opera per migliorare la sua recinzione. “Bakari ha una nuova recinzione con nuovi spazi ed un tronco d’albero dove può arrampicarsi, saltare e nascondersi” riferisce il team di supporto.

Dopo tre anni di vita da “leopardo non voluto” Bakari ha iniziato la sua guarigione psicologica.

“Bakari sta cambiando in maniera positiva” riferisce Simone Schuls, il nuovo gestore del santuario che è stato ribattezzato Félida.

“Sta diventando sempre più forte e comincia a sviluppare il suo comportamento naturale e sentendosi al sicuro non ha più paura di rilassarsi”.

Ma, nonostante tutto, non era la vita che Bakari meritava. Il Félida aveva uno spazio limitato con decine di animali che gli ex dirigenti avevano precedentemente preso.

Anche se la recinzione di Bakari era stata ampliata non raggiungeva ancora lo spazio necessario a condurre una vera vita serena.

“Il suo modo di essere dimostra che è pronto ad una situazione avanzata” riferisce Four Paws. “Purtroppo lo spazio limitato del Félida non può soddisfarlo".
 
In questi anni la Four Paws si è occupata di spostare questi animali bisognosi di un nuovo alloggio presso il Lionsrock, un santuario in Sud Africa dove i grandi felini hanno la possibilità di tornare alla loro vita naturale.

Questo mese è stato il turno di Bakari, il personale ha trascorso diversi mesi per insegnarli a stare a suo agio nella cassa per il viaggio in modo da non doverlo sedare.

“Lo abbiamo allenato per un bel po’ di tempo, aveva molta paura della porta scorrevole, forse a causa di precedenti esperienza traumatiche” riferisce Schuls. “Gli abbiamo insegnato che la porta non è spaventosa e lui è stato ben disposto ad imparare”.

La settimana scorsa era pronto per il viaggio, in mattinata Bakari è entrato volontariamente nella sua cassa ed ha iniziato il suo viaggio arrivando a destinazione il giorno seguente.

Attualmente Bakari si trova in una recinzione temporanea e non vede l’ora di entrare nella sua nuova casa che sarà 100 volte più grande rispetto a quella del Félida.

Sei anni fa Bakari era stato abbandonato come un cucciolo inutile, ora per la prima volta sarà in grado di correre liberamente, saltare e prosperare in un’ambiente progettato ad hoc per lui.

“Al Lionsrock otterrà la possibilità di sviluppare ancora di più il suo istinti naturale”, “Ci sono altri due leopardi che gli faranno compagnia”.

“Non vogliamo altro che dargli una nuova vita” dice Schuls.

L’Africa è il paese che gli appartiene”.

Nella gallery qui sotto potete vedere Bakari che se la spassa nella sua nuova ed opportuna Casa.

 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top