Il cucciolo del rifugio non riesce a credere di aver ottenuto il suo primo letto

26/03/2020
A volte il dono più prezioso del mondo è il più semplice.


Quando Ezra è arrivato per la prima volta al rifugio per animali della contea di Fairfield a settembre, non guardava nessuno negli occhi. Giaceva sul retro della cuccia, tremando e fissando il muro. Il personale del rifugio sapeva che avrebbe dovuto superare la sua paura di avere una possibilità di una vita migliore, quindi hanno escogitato un piano per conquistarlo: hot dog.


"Gli hot dog erano la chiave del suo cuore", ha detto a The Dodo Samira Yaghi, coordinatrice dei soccorsi presso il rifugio. “Abbiamo sempre avuto hot dog quando camminavamo vicino al canile di Ezra. 
Mentre Ezra si sentiva più a suo agio, iniziò a premere il suo corpo contro i volontari, permettendo loro di accarezzarlo.


Alla fine, cinque mesi dopo il suo arrivo, il cane nervoso uscì per la sua prima passeggiata. "Da allora è in salita", ha detto Yaghi. "È pieno di oscillazioni e rimbalza ogni volta che ci vede avvicinarsi, desiderosi di dire" ciao "e desiderosi di darci baci."


Fu dopo una di queste passeggiate che la vita di Ezra cambiò per sempre. "Avevamo donato diversi letti per cani ed erano ancora seduti all'ingresso", ha scritto Yaghi su Facebook. “Uscendo per una passeggiata, [si sdraiò] sul letto [e] dovette essere persuaso. Sulla via del ritorno dalla passeggiata, si è sdraiato di nuovo sul letto. "


Vedendo che Ezra era attaccata al letto, lo staff del rifugio lo mise nella sua cuccia. Si sedette immediatamente sul letto, sorridendo da un orecchio all'altro. "Guarda quanto è felice e orgoglioso di avere quel letto", scrisse Yaghi. "Era seduto bello e alto con un sorriso di gratitudine in faccia!"


La dolce foto di lui che sorrideva nel suo letto attirò persino l'attenzione del partner di salvataggio del rifugio nord, S.N.A.R.R. Animal Rescue Northeast. Presto, Ezra e il suo amato letto saranno diretti a New York in cerca di una casa, e i suoi amici al rifugio non potrebbero essere più orgogliosi di quanto sia arrivato lontano.


Foto e fonte The Dodo
Comments powered by Disqus
Top