Il cane randagio si unisce alla corsa e corre 15 miglia per trovare una famiglia

17/02/2020
A volte è necessario prendere l'iniziativa per cambiare le circostanze della vita. Ha funzionato per Max.
 
Il mix di pitbull stava andando in giro lungo una strada vicino a Dunn, nella Carolina del Nord, a dicembre, quando vide un gruppo che partecipava a una corsa di beneficenza durante le vacanze e decise di unirsi a loro.


"Stava solo correndo e saltando, tutti entusiasti di vedere persone", ha detto a The Dodo Charles Akers, uno dei corridori. "Pensavamo tutti che fosse il cane di qualcuno. Quindi, nessuno ci ha pensato molto."


Ha corso 10 miglia con Akers e altre 5 miglia con un altro gruppo di corsa.


Quando Akers è arrivato al traguardo, ha individuato di nuovo Max, ancora pieno di energia e pronto per la celebrazione post gara. Ma il cane non sembrava appartenere a nessuno e non sembrava tornare a casa.


"L'ho visto sul retro di un camion che sembrava tutto eccitato", ha detto Akers. "Stava saltando fuori dal camion. Il direttore di gara aveva contattato le autorità."


Akers, un amante dei cani, pensava che coinvolgere le autorità avrebbe smorzato lo spirito del partito, così chiamò sua moglie per aiuto e guardò Max fino al suo arrivo. "Andava benissimo. Seguiva le indicazioni, si sedeva e manteneva il comando", ha detto Akers.


Quando arrivò la moglie di Akers, portò Max da un veterinario locale per verificare la presenza di un microchip.


Contattarono i proprietari e la conversazione, disse Akers, non si concluse con la magia delle vacanze che avevano sperato. "Hanno risposto, 'Portalo al canile, e ci penseremo'", ha detto.


Preoccupato per Max, Akers e altri corridori hanno iniziato a spargere la voce sui social media.


Akers e sua moglie hanno già una casa piena di tre cani e un gatto, quindi con riluttanza hanno portato Max al Wake County Animal Center, ma hanno continuato a postare su di lui online, sperando che qualcuno lo adottasse.
 
“In origine era stato ceduto dal proprietario a noi a maggio. Il suo proprietario ha detto che era perché si stavano trasferendo ", ha detto al Dodo il dott. Jennifer Federico, direttore dei servizi per animali presso il Wake County Animal Center. "Quindi, è stato adottato a giugno."
 
Federico ha detto che il suo staff ha provato a contattare anche i suoi utenti, ma non hanno richiamato. Quindi Max è andato di nuovo in adozione.


Ma questa volta, il rifugio ha avuto molte intuizioni su Max.
 
Mentre i post sui social media su Max circolavano, Chad Duffy e la sua famiglia stavano cercando di adottare un altro cane dopo la morte dell'ultimo.
 
Hanno esaminato decine di elenchi di adozioni online e sono andati in molti rifugi locali alla ricerca della soluzione perfetta. "Stavamo solo cercando il cane giusto", ha detto Duffy al Dodo.
 
Duffy e sua moglie sono entrambi triatleti. Volevano un cane con cui poter correre e che sarebbe stato bravo anche con la figlia.
 
Mentre Max sedeva nel rifugio, sperando che un futuro compagno di corsa sarebbe venuto per lui, Duffy notò uno dei post su Max. Lui e la sua famiglia si diressero verso il cane.
 
"Abbiamo pensato che sarebbe stato adottato dopo il post di Facebook", ha detto Duffy. "Non pensavo che sarebbe stato ancora lì. Quindi abbiamo camminato vicino al suo canile; all'inizio, non ci siamo resi conto che era lui. Poi abbiamo visto il suo nome e ci siamo resi conto che era lui! "


Dopo pochi minuti dall'incontro con Max, i Duffy si resero conto che doveva essere il loro cane.


"Sono stato sorpreso. Era così gentile", ha aggiunto Duffy. "Mia moglie e mia figlia sono andate nel canile, ed era dappertutto. Li prese come una colla. Non potevamo camminare senza di lui. Mia moglie e mia figlia erano in lacrime."


La nuova vita di Max, ovviamente, include la corsa con i suoi genitori umani atletici, a volte fino a 6 miglia al giorno.


Anche Max si è unito a un nuovo club di corsa con suo padre. "L'ho portato in una corsa di gruppo due settimane fa, e ha corso così bene con me", ha detto Duffy. "Lo ha davvero motivato a vedere tutte le altre persone. Ama le persone. È così amichevole. Sarà il migliore amico di chiunque."


Quando i corridori che hanno cercato di aiutare Max hanno scoperto che era stato adottato, erano entusiasti.
 
"Volevamo solo dargli la possibilità di trovare una buona casa", ha detto Akers. “Abbiamo una razza simile e conosciamo lo stigma ad essi associato. Sono cani leali e amorevoli che hanno solo bisogno di una buona casa. "
 
Federico è così grato per l'aiuto di tutti e dà a Max il merito.


Foto e fonte The Dodo
 
Comments powered by Disqus
Top