Il cane finge di essere malato per far restare a casa dal lavoro i suoi umani

10/11/2017

Il mal d’amore spesso non ha sintomi fisici evidenti, quindi questo cane intelligente ha deciso di inventarseli per una buona causa.
 
Sullivan vive nello Utah con i suoi proprietari, Alex e Kennady. La scorsa settimana Kennady ha deciso di trascorrere la pausa pranzo a casa con il cane. Quando è venuto il momento di tornare al lavoro, tuttavia, Sullivan improvvisamente ha cominciato tossire in un modo che l'aveva molto preoccupata.
 
"Mi ha veramente sconvolto", ha detto Kennady a The Dodo. "Stava scodinzolando e correva e voleva solo giocare, ma all’improvviso ha iniziato a fare questo rumore orribile".
 
Kennady allora ha chiamato suo marito per fargli sapere cosa stava succedendo. Dal momento che la moglie non poteva rimanere con Sullivan, Alex ha deciso di tornare a casa presto dal lavoro per fargli compagnia e assicurarsi che le sue condizioni non fossero peggiorate.
 
Ma, magicamente, con quella dose supplementare di amore e di attenzione, la tosse del cane è cessata così come misteriosamente era iniziata.
 
Quella sera, sembrava che Sullivan stesse bene. "Abbiamo pensato che forse gli si era bloccato in gola qualcosa e alla fine era riuscito a liberarsene", racconta Kennady.
 
La mattina successiva, tuttavia, mentre la coppia si preparava ad andare a lavorare, il cane ha ricominciato a tossire di nuovo. Ancora una volta i due si sono preoccupati e Alex ha pensato che fosse meglio rimanere a casa anche quel giorno. E sicuramente, era esattamente quello che sperava di ottenere Sullivan!
 
Più tardi, Alex ha portato Sullivan dal veterinario sperando di individuare quella che sembrava una malattia. Dopo alcuni test, si è concluso che il cane era in realtà totalmente sano. Quella tosse? Era una messinscena!
 
Quella sera Kennady ha twittato:
Mio marito è rimasto a casa dal lavoro perché il nostro cane aveva la tosse. Lo abbiamo portato dal veterinario e abbiamo pagato 85 dollari per sentirci dire che il nostro cane stava fingendo!” ottenendo più di 198.000 like e più di 52.000 retweet.

Per essere davvero sicuri che il cane stesse bene, la coppia ha consultato diversi veterinari che hanno esaminato i sintomi di Sullivan.
 
"Quasi tutti ci hanno detto che finge la tosse la mattina o quando stiamo per uscire perché sa che se lo crediamo malato gli prestiamo maggiori attenzioni e rimaniamo con lui", racconta Kennady.
 
Hanno anche scoperto che questo tipo di stratagemmi negli animali domestici non sono affatto rari, specialmente quando come reazione scatenano coccole e attenzioni dei loro amatissimi umani.
 
Il dottor Jill Sackman, responsabile del Reparto di Studi Comportamentali del BluePearl Veterinary Partners, sostiene che questi atteggiamenti sono in linea con un fenomeno chiamato operant conditioning:
 
"I cani sono certamente in grado di capire che determinati comportamenti portano dei vantaggi, come ad esempio la tosse o uno starnuto che provocano l'attenzione del proprietario", racconta il medico a The Dodo. "Non direi che in questi casi i cani stiano fingendo... ma piuttosto che sono così intelligenti da rendersi conto che un determinato comportamento porta ad una ricompensa".
 
Fortunatamente Sullivan ha smesso di tossire. Kennady sospetta che il cane abbia capito che quella recita era in realtà una lama a doppio taglio: le attenzioni extra erano bellissime, ma andare così spesso dal veterinario per niente!
 
"In effetti non sono affatto sorpresa che sia stato capace di tanto", ha detto. "E' sempre stato un cane estremamente intelligente da quando lo abbiamo adottato che era solo un cucciolo. Ha sempre imparato e compreso tutto molto velocemente, è davvero un grande cane".
 
Foto e Fonte: The Dodo
Comments powered by Disqus
Top