Gattino randagio paralizzato attraversa l’oceano per trovare una famiglia

10/10/2017

La Turchia è invasa dai gatti da ormai migliaia di anni, i piccoli felini vagano liberamente tra la gente che si prende cura di loro.

Quando il gattino Anka è stato investito da un’auto è rimasto paralizzato ed i soccorritori di Istanbul hanno fatto un gran lavoro per aiutarlo.

All’inizio hanno provato a farlo operare con la speranza di migliorare la sua paralisi ma non ha funzionato.

“I suoi soccorritori hanno pagato l’operazione chirurgica ma il povero gattino è rimasto paralizzato”, riferisce Angela Hartley, direttrice dello sviluppo del santuario Tabby's Place del New Jersey.

Giovane e forte aveva tutta la vita davanti a lui ma per colpa della sua paralisi sembrava ormai condannato”.

Ma i soccorritori turchi si sono rifiutati di pensare che per lui non ci fosse più niente da fare.

Hanno mandato Anka negli Stati Uniti dove ha potuto fare una visita neurologica, il neurologo ha confermato che la sua paralisi è permanente.

Nonostante tutto, il povero gattino non si è mai lasciato andare e al santuario Tabby's Place ha dimostrato che adora stare con le persone proprio come faceva per le strade di Istanbul.

Ama giocare con i giochini anche se ha le zampe posteriori paralizzate.

“Il gattino aveva bisogno di un santuario che potesse fornirgli tutte le cure mediche del caso”, riferisce Hartley.

Il personale del Tabby's Place è abituato a prendersi cura dei gatti disabili.

Appena Anka è arrivato al santuario, tutti si sono innamorati di lui.

“Tutto il team del santuario è rimasto colpito da Anka”, riferisce Hartley.

Il santuario offre ai suoi gatti l’opportunità di trovare una casa per sempre, tenendo conto la difficoltà di trovare una famiglia in grado di fornire assistenza ad un gatto disabile.

A causa dalla sua paralisi, il povero Anka non può usare la lettiera e quindi ha bisogno di qualcuno che lo aiuti a fare i bisognini più volte al giorno.

Anka è un gatto straordinario è può tranquillamente essere adottato”, riferisce Hartley.

“Ci vuole una famiglia altrettanto straordinaria per assicurargli una vita meravigliosa”.

Anche se Anka non dovesse trovare una casa per sempre sarà ospite a vita del Tabby's Place dove i soccorritori amano il suo atteggiamento positivo.

Anka non si rende conto della sua disabilità”, riferisce Hartley.

Crediamo che la famiglia adatta lui ben presto arriverà”.

Vi lasciamo alla gallery del bellissimo Anka.

 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top