Gattini trovati da soli in un’imbarcazione ora mangiano come campioni

16/05/2018

Quattro piccoli gattini sono stati trovati in un’imbarcazione senza la loro mamma e portati in un rifugio di Washington.

I piccoli avevano solo 2 settimane di vita ed avevano bisogno di mangiare più volte al giorno così i volontari del rifugio li hanno affidati ad una mamma adottiva in grado di curarli 24 ore su 24.

“Il giorno prima del ritrovamento abbiamo avuto un’ondata di caldo e per fortuna qualcuno li ha trovati”, riferisce Savannah, la mamma adottiva dei gattini.

“Anche se erano senza mamma, i gattini fortunatamente erano robusti e sani”.

Tutti e quattro i gattini sono delle femminucce, Bea, Betty, Rue ed Estelle, e si assomigliano molto tra loro.

Quando i gattini sono arrivati nella loro casa di affidamento non vedevano l’ora di mangiare perché erano molto affamati e si sono letteralmente fiondati sui loro biberon.

"Estelle e Betty hanno subito capito come mangiare mentre Rue e Bea ci hanno messo un po’, ad oggi però sono dei veri campioni”.

I gattini si trovano a loro agio in una casa dove la loro mamma si prende cura di loro soddisfacendo ogni esigenza.

Come Bea, Betty, Rue ed Estelle, tanti altri gattini nascono all’aperto e magari in luoghi dove non sono previsti programmi di sterilizzazione (TNR), molto importanti per tenere sotto controllo il randagismo.

“Il TNR è molto semplice: i volontari che danno da mangiare ai randagi catturano i gatti con delle trappole e li portano a sterilizzare/castrare, dopodiché li riportano nelle colonie”, riferisce la Feral Cat Coalition dell’Oregon.

“Questi gattini sono molto fortunati perché molti di loro non sopravvivono senza la loro mamma”, riferisce Savannah.

Ora Bea, Betty, Rue ed Estelle non hanno più bisogno di procurarsi del cibo e di trovare un riparo, queste bellissime sorelline hanno tutta la pappa che vogliono, un letto comodo dove poter dormire ed una bravissima mamma che le coccola 24 ore su 24.

Vi lasciamo alla gallery di Bea, Betty, Rue ed Estelle.


 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top