Gatta randagia che aveva lasciato i suoi cuccioli torna a chiedere aiuto alla coppia durante una forte tempesta di neve

04/02/2019

Lo scorso inverno, Renée Becerra, una donna di New York, si è svegliata per trovare una gatta randagia fuori dalla sua finestra e non era sola: la mamma gatta le aveva portato i suoi cuccioli.
 
La gatta però era molto ombrosa e scappava se Renée cercava di avvicinarlaa.
 
Renée, che era solita prendersi cura dei gatti randagi del vicinato, ha escogitato un piano per aiutarli mentre le temperature si abbassavano sempre più.
 
"Ci è voluto un po' di tempo per capire quale fosse la cosa migliore da fare per tutti loro, dato che la gatta era ovviamente selvatica e voleva occuparsi dei suoi cuccioli, ma fuori faceva molto freddo", ha raccontato Renée  a Love Meow.
 
Così la donna ha allestito accanto alla finestra un giaciglio con delle coperte e l’ha rifornito di cibo e poco dopo la mamma gatto ha iniziato ad usarlo e ha portato i suoi cuccioli lì per sfuggire al freddo.
 
Purtroppo, uno dei gattini non ce l'ha fatta. Renée e il suo fidanzato, Nathaniel Styer, così hanno deciso di portare dentro i gatti per proteggerli dal freddo invernale.
 
"La mamma gatta è scomparsa prima che potessimo intrappolarla, ma siamo riusciti a catturare con successo i gattini", racconta Renée a Love Meow.
 
Renée e il suo fidanzato hanno nutrito i fratelli felini per circa due mesi finché l'ASPCA non ha trovato per loro delle case per sempre.
 
Renée ha continuato a prendersi cura dei gatti del quartiere e ha iniziato a lavorare sui progetti di TNR (cattura-sterilizzazione-rilascio) e dentro di sé ha continuato sempre a sperare che un giorno la mamma gatta sarebbe tornata.
 
"È riapparsa alla nostra finestra quest’anno in autunno, ma è stato solo questa settimana che siamo stati in grado di portarla dentro".
 
Tre giorni fa, New York è stata colpita da una forte nevicata e le temperature esterne erano insopportabilmente rigide.
 
Nathaniel ha sentito un certo trambusto alla loro finestra…
 
Ed ecco, apparire un muso familiare: era la mamma gatta, che l’anno prima aveva portato alla coppia i suoi cuccioli, era tornata e questa volta chiedeva aiuto per se stessa.
 
Una delle sue orecchie era stata bucata, il che stava ad indicare che era stata intrappolata e sterilizzata.
 
"Ovviamente qualcuno l'ha già aiutata prima", racconta Nathaniel.
 
La gatta soriana, che hanno chiamato Chunk Chunk, si è presentata alla loro finestra, sfregandosi e graffiando la zanzariera, come a chiedere di poter entrare.
 
"Si era scatenata un'intensa tempesta di neve e Chunk Chunk era rimasta bloccata: era ovvio che fosse in preda al panico e volesse tirarsi fuori al più presto da quella situazione".
 
Quando Nathaniel ha aperto la finestra e la gatta è saltata dentro.
 
L'improvviso cambiamento di ambiente ha reso ovviamente nervosa la gatta randagia.
 
"Si è subito messa a correre ed è andata direttamente verso una finestra chiusa, l'ho portata in bagno e si è immediatamente calmata, è incredibilmente propensa a essere toccata e ama i grattini e le coccole", racconta Nathaniel.
 
Renée era al lavoro quando ha ricevuto un messaggio da Nathaniel sulla loro vecchia conoscenza. Era sorpresa e felicissima: "Mi sono messa praticamente a contare i minuti che mancavano alla fine della giornata lavorativa, ero impaziente di vedere come stava", racconta Renée.
 
Quando Chunk Chunk ha visto Renée , l’ha riconosciuta.
 
"Si era nascosta dietro il bagno quando l'ho vista per la prima volta, ma quando ho allungato la mano, ha iniziato a fare le fusa immediatamente".
 
"Abbiamo avuto un momento di coccole e era felice di stare acciambellata sulle mie ginocchia e ricevere tutti le carezze che poteva ottenere. Ha esplorato il nostro appartamento un po', ma abbiamo preso le cose con calma per non stressarla troppo".
 
La coppia sta pensando di adottarla dopo averla portata da un veterinario e aver visto se convive bene con il loro cane, Hugo.
 
"Ho scelto di chiamarla 'Lovebug' perché è così dolce, è una piccola micia tranquilla e miagola molto dolcemente quando vuole attenzione.
 
"È una delle gatte più coccolone che abbia mai visto e adora le carezze".
 
Foto e Fonte: Love Meow
Comments powered by Disqus
Top