Cucciolo di lepre salvato dalla polizia aeroportuale durante una tempesta di neve

08/03/2018

Molti voli dall'Irlanda all’aeroporto di Dublino sono stati cancellati e hanno subito ritardi durante lo scorso fine settimana, quando una potente tempesta ha portato abbondanti nevicate in tutta la regione, ma per fortuna non ci sono state solo cattive notizie.

Nonostante il caos causato da quelle condizioni di tormenta, un impiegato dell'aeroporto ha comunque trovato il tempo per salvare una vita.
 
Mentre sorvegliavano i cumuli di neve che si accumulavano fuori sabato mattina presto, un ufficiale di polizia dell'aeroporto notò una piccola creatura che aveva davvero bisogno di una mano.
 
Lì, esposto tutto solo nel tempo gelido, c’era un piccolo cucciolo di lepre. Invece che fuggire per la paura quando l'ufficiale ha cominciato ad avvicinarsi a lei, la lepre ha fatto esattamente l'opposto e gli è saltellata incontro, come si può vedere nel tenero video caricato sulla pagina Facebook dell'aeroporto.

 
E grazie a questo incontro ora è sana e salva!

Una volta che è stata portata al coperto, la piccola lepre ha avuto da mangiare e un posto accogliente per riscaldarsi. Il video della piccola che beve avidamente dal biberon ha ottenuto ad oggi 66.603 visualizzazioni!
 
Ha anche ricevuto una visita dal cane poliziotto che ha dimostrato interesse per le sue condizioni.

Ma il cane non è stato l'unico a sperare il meglio per la piccola lepre… Online, centinaia di persone hanno condiviso la sua storia: una favola commovente perfetta durante un periodo così freddo.
 
La lepre, che da allora è stata chiamata Emma, ​​in seguito è stata accolta nella casa della persona che l'ha salvata. La famiglia dell'ufficiale si è offerta volontaria per tenerla al sicuro fino al momento di rilasciarla in natura.
 
"L’ufficiale ha ricevuto consulenze specialistiche sulle cure da prestarle e la piccola è in ottima salute. È una lepre irlandese nativa, che è una specie protetta", ha scritto lo staff dell'aeroporto in una nota, aggiungendo: "Emma rimane beatamente inconsapevole della sua fama mondiale".
 
Le lepri di solito diventano indipendenti poco dopo la nascita, anche se, date le condizioni meteorologiche estreme a cui è stata esposta, è probabile che Emma non ce l'avrebbe fatta tutta la notte da sola, se non fosse stata trovata dal suo soccorritore.
 
Ma ora, con un po' di fortuna, Emma continuerà a prosperare e in seguito potrà tornare allo stato selvaggio e si spera imparerà a trovare un posto dove ripararsi la prossima volta che arriverà una tempesta di neve!
 
Foto e Fonte: The Dodo
Comments powered by Disqus
Top