Cagnolina abbandonata dalla sua famiglia si nasconde da tutti prima di incontrare la persona giusta

01/12/2017

Quando la famiglia di Kona si è trasferita, ha lasciato la cagnolina tutta sola per la strada con il compito di badare a se stessa.

Fortunatamente un vicino ha notato la cagnolina ed ha iniziato a darle da mangiare per evitare che morisse di fame.

Kona accettava volentieri il cibo dell’uomo ma non si faceva avvicinare né tantomeno accarezzare.

Hope for Paws è venuta a sapere della storia di Kona e i volontari si sono subito messi in viaggio per andare a recuperare la cagnolina.

L’uomo, mentre aspettava i soccorritori, è riuscito in qualche modo a prendere la cagnolina in modo da rendere più facile il lavoro dei volontari di Hope for Paws.

La cagnolina era molto spaventata e quando ha visto i soccorritori ha tentato di scappare.

Per cercare di tranquillizzarla, i soccorritori si sono avvicinati lentamente a Kone ed hanno iniziato a parlarle in modo da farle capire che non c’era nulla di cui aver paura.

Dopo pochi minuti la cagnolina ha iniziato a calmarsi e quando l’uomo che l’aveva nutrita si è avvicinato a lei, la cagnolina si è fatta accarezzare per la prima volta dopo mesi.

Kona ha finalmente capito che quell’uomo era lì solo per aiutarla e come ringraziamento gli ha permesso di toccarla.

La cagnolina è stata portata da un veterinario per un controllo ed una pulizia generale.

Kona è stata anche rasata per eliminare tutto quel pelo ormai rovinato e durante la rasatura è rimasta calma e docile.

Dopo la rasatura, la cagnolina ha fatto un bel bagnetto e nonostante la sua timidezza si è divertita tantissimo.

Dopo un paio di settimane dal salvataggio, Kona ha trovato la sua casa per sempre con una famiglia meravigliosa che le ama alla follia.

Kona ora ha 3 sorelle e ama giocare e coccolarsi con loro tutto il giorno.

Non è più quella cagnolina timida di prima e ama divertirsi con la sua nuova famiglia che le ha dato una seconda occasione di vita.

Vi lasciamo alla Gallery del salvataggio.

 
Foto e fonte: Thedodo.com
Comments powered by Disqus
Top