Come somministrare i farmaci al gatto

02/12/2014
Come somministrare i farmaci al gatto

Come somministrare i farmaci al gatto

Non è sempre facile dare le medicine ai gatti, però non abbiamo molte scelte: o le somministriamo per iniezione o per bocca o, nella peggiore delle ipotesi, spalmando il farmaco su uno degli arti anteriori sperando che una buona parte del preparato venga ingerito.

Fare un’iniezione al gatto 

Le iniezioni, nella maggior parte dei casi, devono essere effettuate sottocute. Bisogna farsi aiutare da una persona che tenga il gatto fermo mentre noi solleviamo una plica cutanea e introduciamo l’ago, sospingendo il liquido sotto pelle. Non è doloroso e, se c’è un minimo di manualità, è sicuramente il metodo più rapido ed efficace.

Somministrare una medicina al gatto per bocca 

Se dobbiamo somministrare una pillola, appoggiamola sul polpastrello inumidito del dito indice e rapidamente introduciamola in fondo alla bocca del gatto, che istintivamente deglutirà e ingerirà così il farmaco. Premiamolo poi con un bocconcino delizioso che gli faccia associare la medicina a qualcosa di gratificante. Un metodo alternativo può essere quello di nascondere la pillola in una pallina di burro amalgamata con un po’ di pasta di acciughe. Il burro scivola in gola e viene deglutito spontaneamente.
Qualora dovessimo somministrare sciroppi e gocce vanno spruzzati direttamente di lato alla bocca dopo averli aspirati in una siringa senz’ago. Ci dobbiamo fare aiutare da qualcuno che tenga fermo il micio mentre noi posizioniamo la siringa nella parte laterale della bocca e introduciamo lentamente il farmaco liquido. Anche in questo caso il premio deve essere proposto immediatamente.
In caso di paste o gel orali, la somministrazione è identica a quella dei farmaci liquidi, l’unica differenza sta nel fatto che questi sono già contenuti in siringhe. Se la via orale è impraticabile, l’ultima possibilità di dargli la medicina è di spalmarla sull’arto anteriore in modo che il gatto si lecchi e la ingerisca. Lo svantaggio di questa somministrazione è che non si può sapere qual è con precisione la dose ingoiata.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top