Tonchinese

02/12/2014
Tonchinese
L’incrocio tra due razze ben distinte tra di loro, la Siamese e la Burmese, ne ha prodotta una terza, nella quale nessun gene particolare di una delle razze progenitrici prevale sull’altra. Il risultato è un gatto che riunisce armonicamente i pregi di entrambe mantenendo caratteristiche intermedie: il Tonkinese. Ai suoi esordi venne chiamato Siamese dorato, ma negli anni Sessanta venne ammesso con il suo standard e il suo nuovo nome. Ricorda il vecchio tipo di Siamese, e chi ne ha nostalgia s’innamorerà di lui; è un gatto piuttosto vivace e molto intelligente, socievolissimo e coccolone, che adora vivere in compagnia, ma soprattutto con il suo padrone.

ORIGINI
Quando questa razza venne creata, i Siamesi erano gatti dall’ossatura abbastanza forte, con la coda spessa, gli occhi azzurro chiaro ed erano caratterizzati da una certa rotondità generale. Questa rotondità (che invece oggi hanno) mancava ai robusti Burmesi di allora; comunque questi due gatti erano molto più equilibrati tra di loro di quanto non lo siano adesso, e le cucciolate di due Tonkinesi non si staccavano affatto dagli standard delle razze originali. Bisogna sapere, infatti, che quando due Tonkinesi si accoppiano i loro piccoli saranno per metà Tonkinesi perfetti, per un quarto Siamesi e per un quarto Burmesi: questa metà mista, però, non corrisponde più agli standard attuali delle rispettive razze. Al giorno d’oggi, se si volesse ricreare un Tonkinese, sarebbe impensabile accoppiare le due razze originarie, divenute morfologicamente troppo dissimili; sarebbe necessario procurarsi un Siamese e un Burmese vecchio tipo, cosa terribilmente difficile.

CARATTERE
Gioia dei nostalgici dei Siamesi di un tempo, il Tonkinese possiede tutte le qualità dei suoi progenitori senza averne mantenuto i difetti; infatti è uno splendido connubio tra l’eccessivo Siamese e il pacato Burmese. Il suo carattere è, infatti, molto equilibrato, inoltre è intelligente e vivace, molto attaccato al padrone; nel complesso è un gatto amichevole dal carattere decisamente accattivante.

MORFOLOGIA
Semilongilineo e muscoloso, il Tonkinese ha un peso alto rispetto alla taglia, che è media. La testa a cuneo, poco più lunga che larga, ha i contorni arrotondati; il naso è leggermente convesso e le orecchie, inclinate in avanti e larghe alla base, sono arrotondate in punta e situate in modo tale che il bordo esterno continui il triangolo della testa; gli occhi, di media grandezza e di un meraviglioso color acquamarina, sono inclinati, la palpebra superiore è curvata a mandorla, mentre quella inferiore è arrotondata. Il corpo, un po’ rettangolare, ha il petto arrotondato e le anche sono più alte delle spalle; le zampe, proporzionate al corpo, hanno un’ossatura mediofine con una muscolatura snella ma robusta; quelle posteriori sono leggermente più lunghe di quelle anteriori. I piedi, ovali, sono di media grandezza. La coda non è spessa; ampia alla base, si affusola sino alla punta che è leggermente smussata, e la sua lunghezza oscilla tra media e medio-lunga.
I cuccioli
Vispo e giocherellone, il cucciolo di Tonkinese e` un vero acrobata, decisamente turbolento e velocissimo: infatti basta men che un attimo di distrazione perche´ sgusci via come un piccolo fulmine, e poi riacchiapparlo non sara` tanto facile. I suoi incantevoli occhi, dall’intensa tonalita` piu` acquamarina che turchese, una specie di verde azzurro, unici nella specie felina, osservano il mondo cosi` spalancati da parere perennemente stupefatti, teneri e affascinanti.

MANTELLO
Il pelo è molto lucente e quindi setoso, corto ma molto folto, fine, soffice e aderente. All’inizio esisteva solo il mink (visone), al giorno d’oggi abbiamo Tonkinesi crema, rossi, lilla, blu, chocolate, lilac tortie, blu tortie e chocolate tortie; i cuscinetti, le labbra e il tartufo si armonizzano con i colori di base. Rispetto al Siamese, nel Tonkinese c’è molto meno contrasto tra le punte scure e il resto del mantello.

CURE
È un gatto con una salute ottima, che non richiede alcuna cura particolare; naturalmente sarà necessario procedere spesso con la normale spazzolatura, adoperando una spazzola morbida, per mantenere sempre perfettamente lucido e luminoso il suo meraviglioso pelo.

Cod. EMS: –

Standard: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

Tonkinois, Tonkanese, Tonkinese, Tonkinés

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top