Korat

02/12/2014
Korat
Quello che più colpisce del Korat è l’aspetto accattivante dovuto al viso a forma di cuore e agli enormi occhioni dolci. Gentile e affettuoso, è un ottimo animale da compagnia che si addice a persone tranquille e non troppo rumorose che possano dedicare molto tempo alle coccole e al gioco. Adora la vita d’appartamento perché sopporta mal volentieri i rumori delle strade. La sua più grande pretesa è quella d’essere l’unico: non sopporta la presenza di gatti estranei nella sua casa!

ORIGINI
Il Korat è originario della Thailandia dove è conosciuto con il nome di SiSawat, che in tailandese significa: “buon auspicio”; questo ha portato gli abitanti del luogo a considerarlo un portafortuna ideale, infatti una coppia di questi gatti viene sempre regalata agli sposi novelli. Il nome gli è stato attribuito perché i primi esemplari nacquero nella città di Korat, che è una provincia tailandese. Già nel 1869 fece per la prima volta la sua comparsa in Occidente, più precisamente in Gran Bretagna. Presentato a una mostra felina come Siamese, fu squalificato perché... con loro non aveva alcuna somiglianza. Nel 1959 una coppia di Korat fu importata da Bangkok negli Stati Uniti dove, al contrario di quanto avvenne in Gran Bretagna, fu apprezzato e venne riconosciuto in breve tempo come razza. Nel 1965 fu fondato il primo club del Korat e nel 1969 fu accettato in concorso.

CARATTERE
I gatti di questa razza hanno un temperamento mite e riservato; sono intelligenti e profondamente combattivi, forse anche perché sono dotati di una straordinaria forza fisica. Amichevoli, ma prudenti e diffidenti, sono sempre all’erta e attenti a tutto ciò che li circonda. Adorano giocare: si prestano facilmente a imparare dei semplici giochi che, soddisfatti, eseguono; in genere le femmine dimostrano molta voglia di giocare anche quando sono anziane. Bisognosi e amanti della compagnia umana, amano e rispettano il loro padrone con estrema fedeltà. Ascoltare il loro miagolio è piacevole perché hanno un tono di voce molto sottile e dolce.
IL raggiungimento dei caratteri tipici
Quando nascono, i piccoli di Korat hanno gli occhi di un colore differente rispetto ai soggetti in eta` adulta, e lo mantengono fino ai due anni di eta`. Progressivamente il colore giallo ambra viene sostituito dal classico verde vivo, che gli conferisce le migliori caratteristiche razziali.

MORFOLOGIA
La morfologia del Korat dona alla sua figura eleganza e grazia. Il suo corpo, muscoloso e snello, è di media grandezza e di peso sorprendente per la taglia. Il dorso è arrotondato e il collo, di lunghezza e grandezza media, è possente. La testa, a forma di cuore, è larga e tonda, con guance ampie e ben sviluppate; la fronte è alta e piatta, il mento e pletamente chiusi; sono in ogni caso grandi e ben distanziati tra loro. Il colore previsto è il verde luminoso, ma è accettata anche una sfumatura ambra fino ai due anni d’età. Le orecchie, molto aperte alla base, sono grandi, con punte arrotondate e piazzate alte sul cranio. Il pelo nella parte interna delle orecchie è rado, mentre all’esterno è corto e aderente. Le zampe (da notare che quelle anteriori sono leggermente più corte delle posteriori) sono ben proporzionate rispetto al corpo e hanno un’ossatura media e robusta; i piedi sono ovali. La coda è di lunghezza media, spessa alla base e arrotondata in punta. Il mantello ha lunghezza mediocorta, con tessitura fine e lucida; il pelo appare folto, anche se privo di sottopelo, ed è aderente al corpo. Generalmente le femmine sono più minute e per questo possono sembrare più delicate.

MANTELLO
La particolarità del gatto Korat è il colore bluargento uniforme, senza tracce di tigrature che caratterizzino il mantello. Ogni singolo pelo è chiaro alla radice e tende progressivamente a scurirsi, ma non sulle punte dove il colore dona a tutta la pelliccia una luminescenza argentata, che s’intensifica dove il pelo è più corto. I polpastrelli, la pelle del naso e delle labbra sono blu scuro con sfumature lavanda.

CURE
Il Korat non richiede particolari attenzioni; solo è bene non dimenticare che corre un grave pericolo: il raffreddore, che può provocare irreparabili disturbi all’apparato respiratorio. È, quindi, necessario proteggerlo contro le infezioni virali con opportune vaccinazioni. Riguardo all’alimentazione non è necessario seguire diete particolari, solo bisogna tenere presente che è un grande divoratore di carne. Per la toelettatura è sufficiente accarezzare, almeno una volta al giorno, il suo mantello con un guanto di flanella per mantenere il pelo liscio e setoso.

Cod. EMS: KOR

Standard: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

Korat, Korat, Korat, Korat

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top