Kanaani

02/12/2014
Kanaani
Lo slancio nervoso del gatto selvatico, il suo movimento rapido e scattante da predatore che ama percorrere lunghe distanze costituiscono il fascino di questa nuova, recente razza. Da un lato, e in sintonia col suo temperamento di felino selvatico, il Kanaani è autonomo, schivo, distante; dall’altro lato, al di là delle molte caratteristiche da gatto dei grandi spazi che conserva, è tenero e affettuoso, addolcito dal programma di allevamento.

ORIGINI
È ancora una razza sperimentale, creata in Germania verso il 1999, ma sembra che l’origine sia da situarsi in Medio Oriente. Pare, infatti, che la prima provenienza geografica fosse dalla “Ha Jeruschalmi Cattery” di Gerusalemme. Origini mediorientali attestate anche dal nome Kanaani che significa “canaanita” dallo storico popolo della striscia di Gaza. La razza è ancora troppo recente per fruire di informazioni estese.

MORFOLOGIA
La caratteristica principale del Kanaani è rappresentata dalle grandi orecchie portate alte sulla testa che paiono tendersi nell’attenzione e nell’ascolto. Lo spazio tra le orecchie deve essere della stessa larghezza della base delle stesse. Le orecchie sono grandi, aperte, leggermente pelose all’interno. Il cranio è piatto e la fronte, leggermente arrotondata, determina una transizione molto dolce col naso diritto e prominente. Non deve mai esserci stop. Il muso ha forma piatta, mentre il mento è forte. Gli occhi sono grandi, leggermente a mandorla, spalancati, con espressione sagace e attenta e con linee leggermente orientate verso la base delle orecchie, senza tuttavia marcare un aspetto orientale. Il colore degli occhi deve essere verde. La testa non deve mai essere troppo stretta. Il corpo è di taglia da media a grande, è snello, nervoso, flessuoso e muscoloso, le zampe sono lunghe, i piedi piccoli e di forma ovale. La coda è lunga e sottile, larga alla base e affusolata in punta. Il manto con pelo corto e liscio ha scarso sottopelo. Il pelo deve essere lungo abbastanza da lasciar intravvedere il disegno tabby spotted e il colore di base in contrasto con le macchioline. È accettato il blotched tabby, ma mai il silver.

CARATTERE
Poco si sa del temperamento del Kanaani, quel che è certo è che la sua personalità accoglie sia aspetti caratteristici del superbo predatore, del felino che balza su lunghe distanze, determinato, orgoglioso, distante, sia aspetti più dolci e domestici che controbilanciano la tendenza all’autonomia e alla libertà di questo gatto dal piglio fiero e che si manifestano nel tenero affetto per il padrone.

MANTELLO
Il colore di base va dal beige tendente al giallo al cannella. Il manto spotted può presentarsi nella versione seal, chocolate, cinnamon, ma indipendentemente dal colore del manto, devono essere ben visibili i tre anelli neri verso la punta della coda. Le macchioline possono essere diagonali o orizzontali, mai verticali su tutto il corpo. Il ventre è bianco o beige chiaro, anch’esso puntinato di macchioline. Il mento e la gola sono anch’essi beige chiaro. Una caratteristica “M” solca la fronte e deve essere ben disegnata e visibile.

CURE
Il Kanaani è un gatto molto robusto e sano, non richiede cure particolari.

Cod. EMS: –

Standard: WCF

Kanaani, Kanaani, Kanaani, Kanaani

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top