Japanese bobtail

02/12/2014
Japanese bobtail
Il Japanese Bobtail esiste in due versioni, quella a pelo lungo (longhair) e quella a pelo corto (shorthair), ed è un gatto di media grandezza e longilineo. Il suo muso, con gli occhi dalla forma e dalla disposizione caratteristica, gli zigomi alti e la lunga canna nasale gli conferiscono un aspetto particolare, che non possiedono gli altri gatti orientali, e che si può solo definire tipicamente giapponese. La sua caratteristica più marcata è però la coda che, se fosse portata distesa, non sarebbe altro che una normalissima coda di dieci-dodici centimetri di lunghezza; invece la sua posizione naturale è quella arrotolata a formare un pompon di peli che sparano in tutte le direzioni. Inoltre il Japanese possiede un “vocabolario” molto esteso che esprime con una voce ben modulata, e questo lo rende piacevolmente chiacchierone. La capacità di vocalizzare e il suo carattere, davvero socievole e affettuoso, fanno di lui un ottimo gatto da compagnia.

ORIGINI
In Giappone vi sono raffigurazioni, dipinti, statue o incisioni di un gatto molto simile all’attuale Japanese Bobtail; alcune di esse risalgono addirittura a più di dieci secoli or sono. Sono stati trovati degli antichi documenti che ne parlano, ma senza precisare bene né la forma generale né la lunghezza della coda. Inoltre veniva raffigurato con la zampa anteriore sinistra alzata in segno di saluto in statue di ceramica chiamate “ManekiNeko”, che sono simbolo di benvenuto. Stranamente, però, l’origine di questo gatto non è affatto il Giappone, perché vi emigrò più di mille anni fa provenendo dalla Cina; inoltre, altro fatto curioso, ai giorni nostri esistono pochissimi esemplari di Japanese Bobtail nell’impero del Sol Levante.

CARATTERE
Il Japanese Bobtail possiede una forte personalità, è sereno e affettuoso; inoltre è di buona compagnia, intelligente, amichevole e gioioso e buon cacciatore. Vivacissimo, è molto curioso di tutto quello che lo circonda e si adatta benissimo alla vita d’appartamento; tutte le sue qualità lo rendono un gatto decisamente accattivante.

MORFOLOGIA
È un gatto di media grandezza e longilineo nel corpo e nell’ossatura. La sua muscolatura è forte ma non massiccia, bensì snella e piatta. La testa può apparire lunga e fine, ma in realtà forma un quasi perfetto triangolo equilatero dalle linee dolci e curve. Il muso, né appuntito né smussato, è ampio e arrotondato. Gli occhi sono grandi e ovali, ben separati e, se li si guarda di profilo, rivelano un’inclinazione decisamente pronunciata. Le orecchie, ben spaziate e disposte ad angolo retto rispetto alla testa, sono grandi e all’insù, anche se in posizione di riposo danno l’impressione di essere inclinate in avanti. Il corpo è lungo e snello; la forte muscolatura è ben visibile; le zampe sono proporzionate al corpo e lunghe, snelle ma non esili; e, anche se quelle posteriori sono più lunghe delle anteriori, quando questo gatto sta in posizione rilassata il torso è in posizione orizzontale e non si alza verso il fondo della schiena. I piedi sono piccoli e ovali. La coda, dalla caratteristica posizione arrotolata e dai lunghi peli orientati in tutte le direzioni che creano l’effetto pompon o coda di coniglio, è sempre molto folta, anche nei Japanese Bobtail a pelo corto. Il pompon dà l’impressione di cominciare alla base della spina dorsale e maschera la sottostante struttura ossea della coda che è formata da ossa forti e rigide; può essere costituita da un solo pezzo o da diversi tronconi (in questo caso è arrotolata “a gomiti”). Il mantello del Japanese Bobtail a pelo lungo è abbastanza aderente al corpo e forma dei “pantaloni” attorno alle zampe posteriori; inoltre il gatto può avere una bella gorgiera. Il pelo è di lunghezza che può variare da media a lunga ed è soffice e setoso ma è quasi completamente privo di sottopelo. Anche il Japanese Bobtail a pelo corto non ha quasi sottopelo; tra i gatti a pelo corto il suo è di media lunghezza, soffice e setoso.

MANTELLO
I colori sono gli stessi per le due varietà: sono ammessi tutti ma quelli preferiti presentano contrasti e tigrature violenti; il cuoio del naso e quello dei polpastrelli devono armonizzare il più possibile con il colore del pelo. Il più apprezzato è quello tradizionale, bianco, nero e rosso, che è chiamato MiKe, ma anche i bicolori sono piuttosto ricercati. Il colore degli occhi può essere in armonia con quello del mantello oppure anche impari.

CURE
Il Japanese Bobtail è un gatto sano e robusto, che non richiede cure particolari. La toelettatura è resa molto semplice dalla struttura fine e dolce del pelo e dalla mancanza quasi totale del sottopelo; inoltre bisogna ricordare che la varietà a pelo corto non ha quasi muta.

Cod. EMS: JBT

Standard: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, LOOF, SACC, TICA, WCF

Bobtail japonais, Japanischer Bobtail, Japanese Bobtail, Bobtail japonés

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top