Gatto di casa

02/12/2014
Gatto di casa
Il gatto comune o, più amichevolmente il gatto di casa, pur essendo indipendente e vagabondo, sa regalare a chi se ne prende cura un affetto difficilmente descrivibile. Nel passato non molto apprezzato, oggi l’uomo ha imparato a non sottovalutare le qualità del gatto e a donargli il suo tempo e l’affetto. Quali sono le qualità che fanno del gatto di casa un animale insostituibile? Innanzi tutto l’abilità nella caccia: sin dai tempi più antichi ha difeso le derrate alimentari dai roditori, contribuendo, inoltre, a mantenere stabile l’equilibrio ecologico. Anche ai nostri giorni è praticamente impossibile non trovare nei casolari di campagna, nelle fattorie o nelle villette gatti distesi a prendere il sole o impegnati a tendere agguati a topi e uccellini. Il gatto comune, inoltre, possiede una grande capacità d’adattamento: quando l’uomo da contadino divenne cittadino e si trasferì nei centri urbani, l’intrepido felino non ebbe problemi a vivere in spazi limitati quali sono gli appartamenti. Anzi, ha cambiato il suo ruolo perché da difensore di granai, legnaie e stalle è diventato oggi il compagno “d’appartamento” dell’uomo. Da allora è divenuto una presenza amica e quotidiana, capace di donare attimi di felicità e calore perché è sempre disponibile e pronto a dare attenzioni. La crescente importanza del gatto di casa non è testimoniata solo dal fatto che tante persone lo prendono a vivere con loro, ma anche dalla sempre più frequente presenza alle esposizioni feline. Nel 1990 fu indetta una rassegna speciale, rivolta ai gatti di casa, nell’ambito dell’Esposizione Internazionale Felina tenutasi a Milano, alla quale parteciparono più di cento soggetti non di razza. Da allora i mici di casa cominciarono a essere apprezzati anche per la loro bellezza e non solo per la loro utilità e capacità di donare affetto.Quasi tutte le associazioni feline che organizzano manifestazioni, oggi prevedono la categoria “Gatti di casa” fra i partecipanti come fa, per esempio, la FIFé che ha addirittura stilato lo standard ufficiale della categoria.

ORIGINI
Le origini del Gatto di casa sono antichissime. Anche lui, esattamente come i suoi simili più “nobili” (o più fortunati), è un Felis silvestris catus e discende dal Felis silvestris lybica. L’unica differenza è che l’uomo non è intervenuto nella sua selezione e ha lasciato che madre natura creasse un ampio campo di belle forme e mille caratteri diversi. Proprio come gli uomini, anche i gatti hanno caratteristiche differenti a seconda che abitino le isole, la terra ferma, gli appartamenti o le strade.

CARATTERE
Questo piccolo felino è apprezzabile e degno d’ammirazione perché sa mantenere la sua indipendenza e voglia di libertà, ma l’affetto che prova verso il suo padrone non si esaurisce nel tempo: gli rimane per sempre fedele e non lo abbandona neppure nei momenti più difficili, lo gratifica nei momenti di dolore e di solitudine, rispettando lacrime e musi lunghi. Non vuole niente in cambio se non cibo, una calda coperta e tante coccole. Affettuoso e sempre alla ricerca di coccole e carezze, si dimostra diffidente, aggressivo o ladro solo per necessità. Se volete portarlo a un’esposizione dovrà avere un temperamento visibilmente dolce e felice. Dovrà essere sempre amichevole ed estroverso, facile da manipolare, senza timidezza e nervosismo.

MORFOLOGIA
Non esiste un Gatto di casa ideale, ma esistono dei parametri che lo rendono un gatto in grado di partecipare a una mostra con grande soddisfazione sua e del suo padrone. Struttura: qualsiasi lunghezza e forma. Corpo: equilibrato con muscolatura sana e consistente. Obesità ed eccessiva magrezza sono da evitare. Zampe: di qualsiasi lunghezza e struttura ossea, in armonia con il corpo. Piedi: di qualsiasi forma e dimensione, in armonia con le zampe. Coda: di qualsiasi forma e lunghezza. Eventuali difetti alla coda non hanno importanza se il gatto non prova dolore durante la manipolazione. Testa: ben equilibrata rispetto al corpo, non sproporzionata, né piccola né grande. Orecchie: di qualsiasi dimensione e forma, sono da evitare quelle curve o piegate. Occhi: devono esprimere fiducia, essere naturalmente vivaci e aperti. Luminosi e puri, possono essere di qualsiasi forma e dimensione. Sono ammessi di tutti colori.

MANTELLO
Le varietà possibili sono veramente infinite. Anche nel Gatto di casa, però, ci sono due categorie fondamentali: longhair (HCL) e shorthair (HCS) all’interno delle quali può essere presente qualsiasi tipo di colore e di disegno. Se volete portarlo in esposizione, il vostro gatto dovrà essere in eccellenti condizioni, ben preparato, senza opacità e sporcizia.

CURE
Nulla di particolare da segnalare. Il vostro veterinario è certamente la persona più indicata per suggerirvi quello di cui il vostro gatto (che, non dimenticatelo, è diverso da tutti gli altri) avrà bisogno per crescere sano e vivere felice.

Cod. EMS: HCL/HCS

Standard: FIFé

Chat de maison, Hauskatze, House Cat, Gato

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top