Balinese

02/12/2014
Balinese
Il Balinese è un ottimo animale da compagnia, affettuoso e fedele. È il gatto ideale per coloro che sono disposti a donargli senza esitazioni tutta la dolcezza di cui ha bisogno; in genere si affeziona a una sola persona, dalla quale non vorrebbe mai separarsi, mentre mostra verso gli altri membri della famiglia una certa indifferenza.

ORIGINI
Il Balinese può vantare tra i suoi parenti il famoso gatto Siamese. La sua storia si svolge negli Stati Uniti, intorno al 1950. A quell’epoca una gatta Siamese partorì, insieme a dei piccoli della sua stessa razza, un micino con il pelo lungo e folto sulla coda, sul collare e sui calzoni. Alcuni preferirono ignorare l’accaduto, altri invece si resero conto di essere di fronte a una mutazione genetica: quel gattino era il risultato dell’accoppiamento di due Siamesi portatori del gene “pelo lungo”, probabilmente ereditato da un antenato Angora. Fu presentato alle associazioni feline con la denominazione di “Siamese a pelo lungo”, ma questa fu contestata e gli fu attribuito il nome Balinese, semplicemente per distinguerlo meglio dal cugino Siamese. Il primo club del Balinese fu costituito nel 1968, e lo standard ufficiale della razza fu accettato e riconosciuto dalle associazioni feline soltanto nel 1970.

CARATTERE
Il Balinese ha mantenuto le caratteristiche tipiche del temperamento del Siamese: è intelligente, molto vivace e talvolta anche presuntuoso. Nei confronti dell’uomo è socievole e affettuoso, ma spesso può mostrare una profonda gelosia nei confronti della persona a cui ha deciso di donarsi. Il suo egocentrismo lo induce a non sopportare la presenza di gatti estranei in famiglia, anche se in alcuni casi non è esclusa una buona convivenza. Nel gioco è imprevedibile, acrobatico e saltatore; come il Siamese, usa modulare la voce per trasmettere le proprie necessità e ha mantenuto anche le stesse tonalità e la medesima forza di emissione.

MORFOLOGIA
Il Balinese ideale ha una figura slanciata, agile ed elegante. Il suo corpo è lungo e tubolare, con l’ossatura fine e la muscolatura compatta ma non pesante. Il collo è longilineo e snello. La testa è più lunga che larga, con il cranio piatto e il muso sottile; il mento è forte e le guance sono moderatamente piene (nei maschi sono più possenti). Le orecchie sono molto grandi e larghe alla base, presentano punte angolari e un bordo esterno la cui linea continua la forma a cuneo della testa. Gli occhi sono orientali, né grandi né piccoli, inclinati verso il centro della base dell’orecchio e di colore blu intenso. Gli arti sono lunghi, sottili e sostenuti da piedi piccoli e ovali; le zampe posteriori si presentano più alte di quelle anteriori; la coda è lunga, sottile e coperta da pelo semi-lungo. Il mantello è semi-lungo, aderente al corpo, con poco sottopelo e di tessitura fine e setosa. Il pelo sulle spalle si presenta più corto.

MANTELLO
Anche per il colore del pelo il Balinese mantiene le stesse caratteristiche del Siamese, quindi sono accettate tutte le varietà pointed. Il colore più scuro copre la maschera, le orecchie, la coda e le zampe, mentre il ventre, il petto e le spalle sono caratterizzate da una tonalità più chiara. Le varietà ammesse sono: il seal point con mantello color fulvo chiaro o crema; il blu point con il colore di base azzurro-bianco ghiaccio; i point di colore blu intenso, come il chocolate point che prevede il mantello color avorio con point color cacao; il lilac point dal color ghiaccio con point grigio--rosati; il red point; il cream point; il tortie point, anche nelle varietà tabby, cioè con striature dei colori base.

CURE
Il Balinese non richiede cure particolari. Importante è la cura del pelo, che a differenza del Siamese si presenta semi-lungo; va spazzolato con regolarità per evitare la formazione di nodi sul mantello. È adatto alla vita d’appartamento anche se dimostra, soprattutto durante il periodo degli amori, un gran bisogno di libertà: sarebbe meglio possedere un terrazzo o un giardino per permettergli di sfogare la sua irruenza, che altrimenti dimostrerà saltando da un mobile all’altro o arrampicandosi sulle tende.

Cod. EMS: BAL

Standard: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

Balinais, Balinesenkatze, Balinese, Balinés

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top