L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Ilaria Canzi
Ilaria Canzi
DMV
Federica Tonali
Federica Tonali
DMV
Elena Sgamma
Elena Sgamma
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Alessandra

Buongiorno.
Sono arrivata qui perché ho un grosso dubbio che mi preoccupa molto.
Alla mia micia di 14 anni, durante un semplice prelievo è stata diagnosticata una insufficienza renale.
Da allora sta venendo trattata con ipodermoclisi tre volte a settimana, vitamina B e un farmaco omeopatico, più il Fortekor giornalmente.
Le faccio fare le analisi ogni 2 mesi.
Qui arriva il problema, ho dovuto cambiare veterinario a causa di un cambio di città e la mia gatta normalmente dolcissima con tutti diventa una iena se le deve essere preso il sangue (la hanno soprannominata tigre).
Il veterinario nuovo ha avuto molta difficoltà l'ultima volta a farle le analisi (sono dovuta entrare io a tenerla e non è stato bello) e per le prossime analisi mi ha detto che vorrebbe sedarla ma io non sarei d'accordo.
Oltre all'insufficienza renale, la piccola ha anche un problema alla valvola mitralica, (il Fortekor viene utilizzato sia per la cardiopatia che per l'insufficienza renale) e onestamente mi spaventa tantissimo l'idea di farla sedare, nonostante mi abbia detto che al sedativo somministrerebbe subito un antidoto. Ma il sedativo viene comunque metabolizzato dai reni per cui non so che fare.
All'ultima analisi risalente ai primi di Ottobre la crea era a 4.1 e l'urea a 98. Non essendo un veterinario non posso calcolare il pericolo che correrebbe, ma con l'età e queste patologie ho molta paura di una sedazione.
Che cosa ne pensa?
Grazie per l'attenzione.

Canzi
Dott.sa Ilaria Canzi

Buongiorno,
Con insufficienza renale e cardiopatia il rischio anestesiologico è maggiore rispetto ad un gatto sano. Se non ci sono altre alternative per effettuare il prelievo ematico,vista l'indole della sua gatta, ci sono diversi protocolli anestesiologici più blandi adatti al suo caso. Provi a discuterne con il suo veterinario curante.
Cordiali saluti 

Top