L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Ilaria Canzi
Ilaria Canzi
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Marilena

Descrivo nel dettaglio la situazione:
5/02/2015 maschio adulto (4-5 anni) castrato, peso 4,4Kg. Provenienza gattile.
Le feci sono estremamente maleodoranti e consistenza poco solida. Feci di pulci nel pelo.
Stronghold 3 fiale date, a distanza di un mese una dall'altra
4 esami feci (di base) tutti negativi
enterofilus e cibo intestine per 20gg
puzza identica, consistenza migliorata

27/02/2015 felex vomitato (per 2 volte) e si decide di non dargliene più
sinfelex (antibiotico) tutto 6 gg
dal terzo giorno di antibiotico l’odore delle feci è nettamente migliorato e anche la consistenza è ok.
La puzza ricomincia dopo meno di una settimana anche se ha continuato enterofilus
Ha continuato crocchette intestine ma ha integrato con umido AlmoNature
prurito (sedere) e corsa costanti all'uscita dalla lettiera
vomito (acquetta, no cibo, no sangue) 3 volte in un mese

10/3/2015 prende pillola milbemax
31/3/2015 assume il richiamo pillola milbemax
nel frattempo sempre actinorm (fermenti) sostituiti a enterofilus perché più graditi

5/04/2015 ultimo stronghold, sostituzione cibo intestine con cibo almonature (crocchette e umido) perché la situazione è rientrata nella normalità.

A fine aprile ha ricominciato diarrea e puzza.
A inizio maggio vomita per 4 gg di seguito, nel vomito cibo intero (umido). Al vomito precede miagolio (dolorante). Altre volte ha vomitato solo succhi gastrici con erba gatta (senza miagolio).

[Nel frattempo notiamo una crosta nera sul naso che aumenta di larghezza e che a febbraio non era presente. Veterinaria dice che è una crosta. La gratta un po’ e cade il 13 maggio. Ricresce nel giro di 10 gg e ricade da sola. Va avanti così fino ad oggi]

Dieta monoproteica per 2 settimane (le prime due di maggio) per escludere problemi di allergia. Durante tutto maggio non vomita ma la diarrea continua (così come l’odore sgradevole).
5/5/2015 Vaccino antirabbia per ottenere passaporto (tutta la famiglia si deve trasferire all’estero).
15/05/2015 Il gatto inizia a non voler mangiare più actinorm e cibi monoproteici. Per evitare il digiuno vengono introdotti cibo e crocchette antiallergiche

25/05/2015 non vomita più da 10 gg (a parte una volta erba gatta). Mangia solo monoproteici e antiallergici.
In lettiera va sempre peggio (liquido). La frequenza in lettiera è 2 volte al giorno.

28/05/2015 ecografia e analisi del sangue (risultati al link https://www.dropbox.com/sh/sqy4ntbf0i4c9da/AACNjILuGMELvGkls8jXJ4R9a?dl=0
( valori tutti sballati!)
Si dichiara non allergico ma gli viene dato cibo “sensitive”.

02/06/2015 dopo una sedazione (per il lungo viaggio da affrontare dovuto al trasloco) fuoriescono dei vermi sottili e bianchi dal sedere. Il veterinario assiste e dice che è Tenia. Immediatamente viene iniettato Droncit.
5/06/2015 il gatto vomita cibo e un (forse) verme bianco di circa 4 cm. Nonostante non abbia pulci nel pelo gli viene dato spot-on frontline. Il cibo diventa “intestine”, molto più gradito del “sensitive”
6/6/2015 il gatto vomita nuovamente come il giorno prima con un altro verme (?) bianco.
9/06/2015 La diarrea non smette nonostante actinorm (che viene somministrato ma non in maniera costante perché il gatto non ne vuole più sapere).
Può essere tutto dovuto ad una tenia non debellata con milbemax al primo colpo? Come continuare e come far riprendere il micio? Grazie mille. Saluti.

Aspesi
Dott. Alessandro Aspesi

Buongiorno Marilena,
la situaizone che ci descrive non è sicuramente di facile interpretazione e soluzione.
Visto il referto dell'esame citologico, consigliamo di indagare ulteriormente la probabile IBD associata al citologico del linfonodo meseraico.
Purtroppo non possiamo sbilanciarci ulteriormente, anche perchè il gatto risulta molto ben seguito: il nostro consiglio è quello, comunque, di seguire tutte le terapie e le indicazioni che il suo veterinario di fiducia le ha dato.
Per rispondere alla sua domanda, sicuramente una tenia può dare molti problemi a livello intestinale, specialmente legati alle feci molli; dubitiamo, comunque, che possa essere la causa primaria di tutta questa sintomatologia.
Torni a trovarci quando vuole,
cordiali saluti :)
 

Top