L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Ilaria Canzi
Ilaria Canzi
DMV
Federica Tonali
Federica Tonali
DMV
Elena Sgamma
Elena Sgamma
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Giulia

Buongiorno
Descrivo la situazione.

Ho un gatto maschio castrato di 9 mesi, vive in casa trovato per strada quando aveva un mese e mezzo .

A fine novembre ha vomitato per un giorno intero l ho portato dal veterinario e ha visto con una radiografia che aveva un blocco di feci. Ho dato per 3 giorni olio do vaselina e zantadine come gastroprotettore per 3 giorni come su indicazione del medico. Ha fatto del sangue nelle feci allora il veterinario mi ha prescritto per una settimana antibiotico spiroxan 10 mezza pastiglia con quello il sangue è scomparso

Finito la settimana di antibiotico é comparsa la diarrea, ho iniziato con il florentero per 15 giorni, poi su indicazione del medico ho ricominciato l antibiotico. Fatto esame delle feci e giardia negativo.

Continuato con antibiotico e fermenti per un mese, le feci erano migliorate allora il veterinario mi ha consigliato di interrompere antibiotico contnuare una settimana ancora con fermenti e iniziare a dare 3 gocce di vitamina b12 al giorno

Ora è passata una settimana da ultimo antibiotico ho dato fermenti e vitamina b12 ma da ieri le feci sono peggiorate sono piu molli.

Il veterinario mi aveva detto che se non fosse passato con l antibiotico l alternativa poteva essere una malattia autoimmune e che gli esami erano piuttosto costosi.

La mia domanda è, cosa può essere? È vero che la sola alternativa sia quella? E in cosa consistono questi esami costosi? Il gatto per il resto sta bene, mangia con gusto, é vitale...è un gattino vispo ma soprattutto è giovane...grazie per l attenzione

Canzi
Dott.sa Ilaria Canzi

Buongiorno,
Vista la peristenza della sintomatologia nonostante le terapie le consiglio di approfondire effettuando esami del sangue ed una ecografia addominale. Sarebbe utile escludere anche la presenza del coronavirus. Una cosa in più che si potrebbe fare è utilizzare una dieta gastrointestinale. Spero di esserle stata d'aiuto.
Cordiali saluti  

Top