L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Ilaria Canzi
Ilaria Canzi
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Federica

Innanzitutto ringrazio molto per la risposta datami a riguardo del mio gatto di 7 anni in terapia in clinica. Scrivo nuovamente in quanto il gatto e' effettivamente tornato a casa e nei "nostri" confronti non e' cambiato per niente. E' sempre molto amorevole e tranquillo e ha ripreso le sue abitudini. Ora però ho un'altra domanda da porvi : il gatto e' rientrato in casa sabato,quindi 2 giorni fa,quello stesso giorno davanti a cibo ed acqua voltava totalmente il muso dall'altra parte. In più salivava molto e si leccava il muso come sintomo di nausea. Domenica ha ricevuto le due punture,tra cui il ranidil,e ha cominciato a bere l'acqua. Con molta voglia e molta foga. (So che troppa acqua potrebbe condurlo nuovamente a vomitare ma non bevendo ne mangiando da solo da ormai 7 giorni era una gran successo). Il lunedì (oggi) ha continuato a bere di sua volontà e molta acqua in più ha mangiato 4 crocchette di numero e ha leccato la bustina di umido messa nella ciotola. Il cambiamento e' notevole,nel senso che beve e davanti al cibo annusa interessato e lecca ma poi non si attenta a mangiare. E' come se avesse paura a mangiare. Posso far qualcosa per aumentare l'appetito? Devo forse aspettare ancora visti gli ultimi miglioramenti in soli 2 giorni? Mi pongo questi dubbi poiché a parte le 4 crocchette di oggi e l'acqua di ieri e oggi a grandi dosi,sono 7 giorni che non si ciba da solo,e non vorrei corresse il rischio della lipidosi epatica. Come devo comportarmi per questa inappetenza passeggera? Devo forse portare più pazienza o posso fare ancora di più? Grazie.

Aspesi
Dott. Alessandro Aspesi

Buongiorno Federica,
visto il deciso miglioramento degli ultimi giorni attenderei con fiducia il termine delle terapie che sembra stiano dando effetto: non si preoccupi per il poco appetito ancora presente, vedrà che nell'arco di qualche giorno l'animale riprenderà a mangiare e bere come suo solito.
Un buon modo, in questo periodo di caldo, per invogliarlo a mangiare più corcchette è quello di inumidirle con un filo di acqua a temperatura ambiente: risulteranno di maggior gradimento.
Cordiali saluti :)

Top