L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Elena Sgamma
Elena Sgamma
DMV
Antonio Frisone
Antonio Frisone
DMV
Cristina Oberti
Cristina Oberti
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Walter

Salve,
La domanda tratta di un disturbo comportamentale improvviso nel mio cane.
Sono un ragazzo che ha come migliore amico un Labrador di 4 anni maschio. Premetto che il mio cane è sempre stato in perfetta salute, sia fisicamente che mentalmente. Ha sempre mangiato con regolarità, e soprattutto è sempre stato giocherellone (anche fin troppo) e vivace. Sono una persona molto attiva e il cane sta bene con me in quanto lo porto spessissimo in montagna, nei boschi, o al lago a nuotare. Lo faccio correre regolarmente una volta al giorno, il cane è stato sempre iperattivo e gioioso. Unico problema è che soffre di attacchi epilettici che ha iniziato ad avere quando aveva circa 2 anni. Col veterinario abbiamo concordato di non somministrargli nessun farmaco in quanto la frequenza degli attacchi non è alta ( 1 attacco ogni mese circa) .
Due giorni fa (esattamenteil 29 marzo intorno alle 16.00) è successo qualcosa di strano. Il cane sdraiato nella sua cuccia ha iniziato a lamentarsi, così nel momento ho deciso di accarezzarlo e nel momento in cui lui si è alzato sulle zampe ha iniziato ad abbaiare e piangere. Ho pensato fosse in preda ad un attacco ma non ha mostrato alcun sintomo di crisi epilettica, nessun movimento involotario, nessuna crisi. L'unico sintomo è che si è mostrato fortemente spaventato e disorientato. Poi è passato ma la sera sul tardi ha ripreso di nuovo . Da due giorni vive in uno stato ansioso, dentro casa è impaurito , alcune volte cerca di isolarsi e ogni volta che lo chiamo e si alza sulle zampe ha questa crisi di pianto come sentisse del dolore. Durante le passeggiate è invece relativamente tranquillo, l'ho fatto anche giocare con la pallina , è meno energico del solito però gioca. Lo stesso vale per le semplici passeggiate, è tranquillo fuori come al solito l'unica cosa è che cerca più volte il mio sguardo ma per il resto fuori non mostra ne ansia ne paura. Fin'ora continua a mangiare con regolarità ( per quello non ha mai avuto problemi ,come ogni labrador non si sazia mai) Il mio veterinario lo ha visitato è fisicamente sta benissimo, risponde ai riflessi, le urine e le feci sono apposto, il cuore è perfetto. Non capisce nemmeno lui quale può essere la causa di questo disturbo comportamentale. Mi ha prescritto un farmaco antidepressivo ovvero l' ANAFRANIL 25mg e il Valium, quest'ultimo sono in caso di crisi gravi.
Io sono molto preoccupato , ho un legame fortissimo con il mio cane e c'è una sintonia perfetta , l'ho sempre portato con me come ho detto in montagna e dappertutto , penso di essere un buon amico per lui, come qualsiasi persona ogni tanto lo sgrido quando fa qualche marachella fuori o va a rubare il cibo che le signore lasciano fuori per i gatti , ma a parte questi piccoli episodi questo non mi sono mai mostrato aggressivo nei suoi confronti, e lui è sempre stato giocherellone, iperattivo vivace , un cane che non si stanca mai sempre a fare la festa e a voler giocare . Sono molto preoccupato e triste ma cerco anche in questi giorni di mostrarmi dolce e normale con lui . Grazie in anticipo per la risposta

Canzi
Dott.sa Ilaria Canzi

Buongiorno, 
le consiglio di far eseguire al
suo cane esami completi, visita neurologica da uno specialista ed eventualmente una risonanza magnetica. 

cordiali saluti 

Top