L'esperto Veterinario: domande e risposte

Se hai bisogno di informazioni sull'alimentazione, la cura e l'educazione del tuo amico a quattro zampe.

Ilaria Canzi
Ilaria Canzi
DMV
Federica Tonali
Federica Tonali
DMV
Elena Sgamma
Elena Sgamma
DMV
fai una domanda

DOMANDA/risposta

Gravatar
Marco

Salve, purtroppo venerdi notte ho perso il mio carlino di 6 anni. Dopo la sua uscita serale ha iniziato ad ansimare per delle ore e a mezzanotte lo abbiam portato dal veterinario. Aveva un pancia molto gonfia. Il dottore in questione, che stando ad un suo vecchio collega è una testa di cazzo(lavoravano insieme in uno studio ma era stato cacciato) , gli ha fatto 2 punture di paracetamolo, e poi gli ha sparato ossigneno per un ora e mezza prima che esalasse il suo ultimo respiro. La cosa peggiore è che per inalargli l'ossigeno lo ha chiuso in una gabbia piccola da conigli(un carlino di 11 kg in una gabbietta!!) e non ci ha permesso di assisterlo, cosa che sicuramente avrebbe fatto sentire più a suo agio il cane e noi stessi. finito tutto non ci è stato dato nulla, niente documenti, nulla!
Da quel che ho capito il cane avrebbe sofferto di un attacco di calore e problemi respiratori. Il carlino in questione aveva avuto un paio di attacchi epilettici in passato ma si era ripreso.
Volevo sapere se notate qualcosa di strano in questa descrizione, o avreste fatto qualcosa di diverso per evitare il peggio... sono terribilmente convinto che il veterinario abbia peccato di negligenza. In tal caso dovrà pagarla.

Canzi
Dott.sa Ilaria Canzi

Buongiorno, 
Mi spiace per la sua perdita, non avendo purtroppo visitato il suo cane non posso esprimere nessun giudizio. Una delle cose da fare ad un paziente con difficoltà respiratoria è proprio quella di somministrare ossigeno. 
Si faccia rilasciare una cartella clinica delle procedure eseguite se vuole verificare che sia stato tutto corretto. 
Cordiali saluti 

Top