Pulci

06/08/2015
Pulci

Pulci

La pulce è un parassita frequente nel cane ed oltre all’azione diretta parassitaria, funge anche da ospite intermedio per altri parassiti del cane (tenia). Lunga 0,5 cm circa, di colore rossastro, è facilmente visibile a occhio nudo in un normale controllo igienico della cute del cane.
 
Parassita ematofago, la sua azione è principalmente traumatica, ma può essere causa di reazioni allergiche indotte da alcune sostanze contenute nella sua saliva (DAPP). Il sintomo principale è un prurito intenso, diffuso in particolar modo lungo la linea dorsale e alla base della coda, di un’intensità tale da provocare al cane delle automutilazioni dovute al continuo mordicchiare, grattare e leccare. La diagnosi consiste nel ritrovamento del parassita o nel rilevamento, durante la toelettatura, della cosiddetta polvere di carbone, costituita dal sangue digerito dalla pulce.
 
Esistono innumerevoli prodotti pubblicizzati come ottimi antiparassitari, si possono utilizzare polveri, bagni medicati, spray e gocce da applicare fra le scapole. Spesso il problema non viene completamente risolto a causa della resistenza e dell’adattamento del parassita ai prodotti più comuni, e per una imperfetta profilassi igienica dell’animale e dell’ambiente in cui vive.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top