Displasia del gomito

04/08/2015
Displasia del gomito

Displasia del gomito

La displasia del gomito è una patologia scheletrica del periodo dell’accrescimento caratterizzata dallo sviluppo anomalo dell’articolazione omeroradioulnare, in particolare di radio e ulna, associata all’osteocondrosi, alterazione patologica del processo di ossificazione encondrale, in cui la cartilagine non si trasforma in osso in modo adeguato. La displasia comporta l’insorgenza dell’artrosi indipendentemente dal problema specifico del comparto articolare del gomito. Sembra essere una patologia ereditaria, anche se sul suo sviluppo influiscono fattori ambientali e nutrizionali (diete sbilanciate e troppo energetiche, ricche di proteine, sali minerali e vitamine) e il rapido sviluppo: i cani di taglia grande e gigante sono più esposti proprio per la curva di crescita più elevata e la loro capacità di assumere grandi quantità di cibo.
 
I principali sintomi sono la zoppia dell’arto associato a un movimento del gomito aperto verso l’esterno. Il cane avverte dolore e tenderà a non appoggiare l’arto e questo potrebbe causare, nel tempo, un’atrofia muscolare dell’arto e un rigonfiamento sulla parte offesa, fino ad arrivare all’immobilità totale dell’arto interessato.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top