Demodicosi o rogna rossa

06/08/2015
Demodicosi o Rogna Rossa

Demodicosi o Rogna Rossa

È causata dall’acaro Demodex canis, che vive all’interno del follicolo pilifero del cane. Anche se la demodicosi non è una parassitosi contagiosa da cane a cane, è stato accertato che diversi fattori permettono a questo acaro di proliferare.
 
Esistono due forme di manifestazione della demodicosi nel cane: una localizzata e una generalizzata. La forma localizzata è comune nei cuccioli perché trasmessa dalla madre e spesso la risoluzione avviene in breve tempo; quella generalizzata è un problema sicuramente più grave, in quanto le lesioni possono complicarsi con infezioni batteriche secondarie. È facile osservarla in cani in cattive condizioni di salute o immunodepressi. Le lesioni nella demodicosi localizzata si presentano con alopecie focali (perdita di pelo) o perioculari associate a desquamazione ed eruzione papulosa sul muso e sulle estremità degli arti. Nella demodicosi generalizzata, come dice la parola stessa, le lesioni interessano vaste aree corporee con arrossamenti, desquamazioni, iperpigmentazione e perdita di pelo. In seguito, su queste lesioni si potranno sviluppare delle forme pustolose con follicolite (processo infiammatorio a carico del follicolo pilifero) o foruncolosi, provocata dall’entrata e dallo sviluppo di agenti batterici normalmente presenti sulla cute dell’animale, che può emettere un odore ripugnante perché c’è un’alterazione degli acidi grassi cutanei. La diagnosi può essere effettuata mediante scarificazione cutanea, che dovrà essere di una profondità tale da provocare una piccola emorragia. In alcuni casi il compito viene agevolato dal rilevamento di dati quali l’età dell’animale, la razza, la sede delle lesioni e la sintomatologia.
 
Si consiglia in genere di non utilizzare prodotti a base di corticosteroidi (cortisone) in quanto la demodicosi si evidenzia soprattutto su animali già immunodepressi: ottimi risultati si potranno ottenere attraverso l’impiego di acaricidi, facendo attenzione agli effetti collaterali. In alcune situazioni, quando la forma generalizzata si complica con infezioni batteriche o micotiche secondarie, è indispensabile attuare un trattamento antibatterico o antimicotico.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top