Come si misurano battito cardiaco e frequenza respiratoria

02/12/2014
Come si misurano battito cardiaco e frequenza respiratoria

Il battito cardiaco e la frequenza respiratoria del cane

Per valutare lo stato di salute del cane vanno monitorati, oltre alla temperatura, il battito cardiaco e la frequenza respiratoria. Sono due parametri molto importanti e particolarmente utili al veterinario, specialmente in casi di emergenza.

Come misurare le pulsazioni e la frequenza cardiaca al cane

Per quanto riguarda le pulsazioni, monitorate nel cane a riposo, si va dalle 100/130 al minuto per i cuccioli alle 60/90 al minuto per gli adulti (60 per cani di grossa taglia, 90 per cani di piccola taglia). Ci sono due modi per misurare il battito cardiaco: appoggiare l’orecchio sul torace del cane oppure premendo con le dita l’arteria femorale posta nell’interno coscia. Nel secondo caso occorrerà porre il pollice sulla parte esterna della coscia e l’indice e il medio su quella interna a contatto con il vaso sanguigno, compressa delicatamente contro il femore. Sulla frequenza cardiaca intervengono diversi fattori tra cui, oltre alla taglia, l’età, l’attività fisica svolta e l’eventuale emozione dovuta alla visita veterinaria. In merito alla frequenza respiratoria, va detto che i parametri di riferimento variano dai 20/22 al minuto nei cuccioli ai 18/20 nei cani adulti. Per misurarla basta osservare il torace dell’animale, calcolando il numero di atti respiratori in un minuto (oppure in 15 secondi e moltiplicare per 4). Nel calcolo della frequenza cardiaca è opportuno considerare le variabili che possono contribuire a valori fuori parametro come l’obesità del cane o la temperatura elevata, per esempio.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top