Laika della siberia orientale

20/10/2014
Laika della siberia orientale
ORIGINI
Nasce dell’incrocio fra differenti varietà di Laika (Ewenkien, Lamutslen, dell’Amur e altri) delle regioni boscose della Siberia orientale e dell’Estremo Oriente.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Di costituzione robusta, ha ossatura solida e muscolatura ben sviluppata. Il cranio è a forma di corno, con regione superiore del cranio molto larga e protuberanza occipitale nettamente marcata. Lo stop è poco marcato. Gli occhi, non molto grandi, sono ovali, obliqui, di colore scuro. Le orecchie sono dritte, di forma triangolare. La coda è a forma di falcetto oppure arrotolata; la coda a forma di falcetto è portata rialzata o ricadente verso l’avanti; se è arrotolata si appoggia fermamente sulla groppa o sulla parte posteriore delle cosce. Distesa, raggiunge il garretto o può essere di 12 cm più corta. Pelo: mantello lungo, con pelo di protezione grosso, serrato e duro e sottopelo denso e soffice. Forma attorno al collo e sulle spalle un collare e, nei maschi, una criniera sul garrese. Colore: sale e pepe, bianco, grigio, nero, rosso o bruno in tutte le loro sfumature; macchiettato o screziato; ammessi spruzzi del colore corrispondente sugli arti. Taglia: maschi 55-63 cm; femmine 53-61 cm.

ATTITUDINI
Come tutti gli altri Laika è un cane polivalente, usato per la caccia e per il traino delle slitte. Il suo carattere è vivace, equilibrato ma anche molto indipendente.

NOTE
A differenza del Laika della Siberia occidentale, che si è diffuso anche in altri paesi come Stati Uniti e Italia, questa razza è praticamente sconosciuta fuori dei confini russi.

FCI 305 Gruppo 5

Vostotchno-Sibirskaïa laïka, Laïka de Sibérie orientale, Ostsibirischer Laïka, East Siberian Laïka, Laïka de Siberia oriental

Nazionalità: Russia

Sezione: 2 Cani nordici da caccia

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top