Laika della siberia occidentale

20/10/2014
Laika della siberia occidentale
ORIGINI
È il prodotto dell’incrocio di due varietà di Laika (L. Chanteiska e L. Hanstaka) con i cani dei cacciatori del nord degli Urali e della Siberia occidentale. Fuori dal suo territorio di origine la razza si è largamente diffusa nella Russia centrale, dove questi cani sono allevati in grandi centri.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di aspetto medio, asciutto e di costituzione robusta. L’ossatura è ben sviluppata, ma le ossa non sono né pesanti né grossolane. La muscolatura è forte e ben sviluppata. Il cranio ha forma simile a quella di un triangolo isoscele, con stop poco marcato e poco visibile. Gli occhi sono ovali, piazzati obliqui, di colore scuro. Le orecchie sono attaccate alte, con estremità appuntite e tenute dritte. La coda è strettamente arrotolata, portata sul dorso o sulla parte posteriore delle cosce. Pelo: il mantello è formato da pelo di copertura duro e grossolano e da sottopelo fortemente sviluppato e spesso. Colore: bianco, sale e pepe, rosso o grigio in tutte le sfumature di questi colori; ammesso anche il nero, i soggetti
striati o con placche nei colori corri spondenti. Taglia: maschi 54-60 cm; femmine 52-58 cm.

ATTITUDINI
È un cane polivalente, usato per la caccia a diversi tipi di animali e per il traino delle slitte. Il suo carattere è vivace, equilibrato ma anche molto indipendente e difficile da gestire per un non esperto. Ha un fortissimo istinto venatorio.

NOTE
Il primo cane che i Sovietici spedirono in orbita con lo Sputnik 2, il 3 dicembre 1957 (e che purtroppo venne sacrificato), non si chiamava Laika, come tutti pensarono all’epoca, ma “era” un Laika della Siberia occidentale.

FCI 306 Gruppo 5

Zapadno-Sibirskaïa laïka, Laïka de Sibérie occidentale, Westsibirischer Laïka, West Siberian Laïka, Laïka de Siberia occidental

Nazionalità: Russia

Sezione: 2 Cani nordici da caccia

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top