Kuvasz

20/10/2014
Kuvasz
ORIGINI
Secondo alcuni autori sarebbe stato importato in epoca antica dagli Ungheresi primitivi, secondo altri sarebbe stato introdotto nel bacino dei Carpazi dal popolo dei Koumans, pastori nomadi di origine turca. Le sue origini remote sono comunque asiatiche.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di grande taglia, dall’aspetto piacevole che rivela potenza e distinzione insieme. Il corpo è poco allungato, pressoché quadrato. La testa denota nobiltà e forza. Il cranio è di larghezza media e di notevole lunghezza; la sommità è larga. Il muso si restringe verso il tartufo senza appuntirsi. Lo stop è poco accentuato, la canna nasale diritta. Gli occhi sono obliqui, a mandorla, di colore bruno scuro. Le orecchie sono a forma di “V”, inserite alte e portate leggermente discoste dal cranio nel terzo superiore, per poi ricadere piatte e ben aderenti ai lati del cranio. La coda, inserita bassa, arriva fino al garretto; l’estremità si ripiega verso l’alto. Gli arti sono forti, muscolosi, in appiombo. Pelo: corto, diritto, chiuso e fitto sulla testa e sulla parte anteriore degli arti. Su tronco, braccio, gamba e coda è lungo e ampiamente ondulato, e forma sovente creste e ciuffi. È abbastanza ruvido, un po’ rigido, mai feltrato. Il sottopelo è fine e lanoso. Colore: bianco. Taglia: maschi 71-75 cm; femmine 66-70 cm.

ATTITUDINI
È un cane molto intelligente, dolce e affettuoso con il padrone al quale è fedelissimo, ma anche orgoglioso e coraggiosissimo. Eccellente pastore, è usato anche come cane da guardia e difesa. Si addestra con facilità ed è dotato di ottimo olfatto. In linea di massima è più tranquillo e meno aggressivo del “cugino” Komondor, ma si tratta sempre di cani molto reattivi, pronti a mordere in caso di bisogno. Bisogna ricordare che questi cani, oltre che alla guida, sono sempre stati adibiti alla custodia del gregge, che dovevano difendere dai lupi: si tratta quindi di animali dotati di forte tempra, che reagiscono prontamente alla minima provocazione. È bene, dunque, che siano gestiti da mani esperte.

SALUTE
È un cane rustico e molto robusto che non pone problemi particolari.

DOVE TENERLO
La grande taglia lo rende inadatto alla vita in spazi ristretti.

NOTE
Non è molto conosciuto in Italia ed è quindi difficile trovare un cucciolo di questa razza, anche se è già più diffuso del Komondor, il cui mantello spaventa molti potenziali acquirenti. In realtà è più difficile gestire il pelo del Kuvasz, che va regolarmente spazzolato per evitare la formazione di nodi, anche se va lavato il meno possibile.

FCI 54 Gruppo 1

Nazionalità: Ungheria

Sezione: 1 Cani da pastore

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top