Hokkaido

20/10/2014
Hokkaido
ORIGINI
Discende dagli antichi cani che accompagnarono gli emigranti di Honshu, la principale isola del Giappone, verso Hokkaïdo durante l’era Kamakura (circa 1140) quando si sviluppavano gli scambi tra l’isola di Hokkaido e il distretto di Tohoku. La razza fu dichiarata “monumento nazionale” e prese il nome dell’isola da cui è originaria.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di tipo Spitz di taglia media, ben proporzionato, di costituzione robusta e ossatura solida. I caratteri sessuali secondari sono molto pronunciati. I muscoli, tonici, offrono linee pure. Gli occhi sono relativamente piccoli, di forma pressoché triangolare, ben distanziati e di colore bruno scuro. Le orecchie sono piccole, triangolari, leggermente inclinate in avanti e tenute fortemente drizzate. La coda è attaccata alta, spessa, portata sul dorso fortemente arrotolata o ricurva a forma di falcetto. Pelo: quello di copertura è ruvido e dritto, mentre il sottopelo dolce e denso; il pelo della coda è piuttosto lungo e non troppo folto. Colore: sesamo (pelo rosso fulvo, con punte nere); striato, rosso, nero, nero e focato, bianco. Taglia: maschi 48,5-51,5 cm; femmine 45,5-48,5 cm.

ATTITUDINI
È un cane di formidabile resistenza, estremamente dignitoso e riservato come molti cani giapponesi. È fedele, docile, molto sveglio e coraggioso. Gli Ainu, autoctoni dell’isola di Hokkaïdo, lo impiegavano nella caccia all’orso e ad altri animali. La morfologia di questa razza la rende adatta a resistere al freddo rigido e a sopportare grandi nevicate. Dà prova di una sicura valutazione delle cose e di una grande resistenza.

NOTE
È conosciuto anche con il nome di Ainuken.

FCI 261 Gruppo 5

Nazionalità: Giappone

Sezione: 5 Spitz asiatici e razze affini

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top