Griffon fauve de bretagne

20/10/2014
Griffon fauve de bretagne
ORIGINI
Conosciuto fin dall’epoca del Medioevo, si è particolarmente diffuso alla fine del XIX secolo. Ai giorni nostri è noto (anche se non molto diffuso) in Francia, mentre è quasi del tutto sconosciuto al di fuori dei confini nazionali.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Cane di taglia media, ossuto e muscoloso, che dà un’impressione di vigore e rusticità piuttosto che di nobiltà. La testa è piatta, con stop appena accennato, canna nasale diritta o leggermente montonina. Gli occhi sono marrone scuro, con congiuntiva non visibile e sguardo vivo. Le orecchie sono attaccate a livello della linea dell’occhio; raggiungono appena il musello, terminano in punta e sono coperte da un pelo raso e più fine del resto del corpo. La coda è leggermente a falce, di media lunghezza, grossa alla base, spesso a forma di spiga, affilata in punta. Pelo: lungo, duro e liscio. Colore: frumento dorato, bruno, rosso e fulvo. Taglia: maschi 50-55 cm; femmine 47-52 cm.

ATTITUDINI
È un cane da caccia usato soprattutto per la volpe e il cinghiale. Sul lavoro è temerario, grintoso, ostinato e molto intelligente; in famiglia è affettuoso e docile. In principio era uno specialista della caccia al lupo, poi è diventato un abile segugio cacciatore di lepri e volpi. È utilizzato anche come cane da compagnia, anche se è consigliabile che viva in campagna piuttosto che in città.

NOTE
Dimostra un particolare attaccamento ai bambini, verso i quali è molto paziente.

FCI 66 Gruppo 6

Fawn brittany griffon, Grifón leonado de Bretaña

Nazionalità: Francia

Sezione: 1 Segugi
Sottosezione: 2 Taglia media

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top