Grand griffon vendéen

20/10/2014
Grand griffon vendéen
ORIGINI
C’è molta confusione sulle sue origini. Tra i molti progenitori che gli vengono attribuiti ci sono il Bracco italiano e gli antichi Cane bianco del Re (di cui esisteva una varietà a pelo duro), Cane grigio di Saint Luis e Cane fulvo di Bretagna. Era quasi completamente scomparso durante la Seconda guerra mondiale; oggi la razza è stata recuperata ma è assai poco diffusa, anche perché è venuto a mancare il suo principale impiego, nelle grandi mute che cacciavano i lupi.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di struttura ben proporzionata, robusto ma senza pesantezza. La testa è allungata, non troppo larga tra le orecchie. Gli occhi sono di colore scuro, grandi e vivi. Le orecchie, flessibili, strette e sottili, sono a forma di ovale allungato, attaccate basse sotto la linea dell’occhio e ben girate in dentro. Gli arti sono muscolosi e diritti. La coda è grossa alla radice e va assottigliandosi verso l’estremità. Pelo: lungo e ruvido. La lunghezza non deve essere eccessiva. Folto sottopelo. Colore: fulvo, pelo di lepre, bianco e arancio, bianco e pelo di lepre, tricolore secondo le sfumature sopra indicate. Taglia: 60-65 cm circa.

ATTITUDINI
È un cane coraggiosissimo, audace, di tempra molto forte: non per nulla era usato per la caccia al lupo, mentre oggi è impiegato contro il cinghiale. In realtà, però, i soggetti moderni sono quasi tutti cani da esposizione, perché le grandi mute sono praticamente scomparse e il Vendéen non è molto diffuso come cane da compagnia. Non è un cane facilissimo da gestire: infatti, pur essendo molto dolce con la famiglia, ha un carattere deciso e una tempra fortissima che lo rendono piuttosto difficile da educare e addestrare. È un cane per intenditori, e in effetti la sua diffusione è proprio limitata ai “puristi” della razza, che lo ritengono ancora il miglior Segugio del mondo.

SALUTE
È un cane robustissimo che non dà problemi particolari.

DOVE TENERLO
Ha bisogno di fare molto moto e ama l’aria aperta, quindi vive benissimo in giardino.

NOTE
Il suo pelo va curato molto, specie nei soggetti da esposizione, perché tende ad arruffarsi e annodarsi. È un cane molto bello, dal grande carattere, ed è un vero peccato che non sia più diffuso perché il suo mantello caratteristico e il suo sguardo sognante formano un binomio davvero piacevole.

FCI 282 Gruppo 6

Grosser Griffon Vendéen, Great griffon vendeen, Gran grifón vendeano

Nazionalità: Francia

Sezione: 1 Segugi
Sottosezione: 1 Taglia grande

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top