Gordon setter

20/10/2014
Gordon setter
ORIGINI
Pare sia nato verso la metà del XIX secolo dall’incrocio tra Setter inglese e Collie. Secondo alcuni autori parteciparono alla formazione della razza anche il Chien de SaintUbert (Bloodhound), il Setter irlandese e forse il Pointer inglese.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È molto più massiccio e pesante del Setter inglese, che non deve assolutamente ricordare nella costruzione generale. È costruito per il galoppo e la sua struttura deve ricordare il cavallo da caccia (Hunter). Il suo tronco sta nel quadrato. La testa è piuttosto voluminosa, mai leggera, con assi cranio-facciali paralleli, muso quadrato, stop molto marcato. Gli occhi sono grandi, dolci, scuri. Le orecchie pendenti, di forma triangolare. Gli arti sono lunghi, muscolosi, bene in appiombo. La coda, inserita alta, è portata orizzontalmente. Pelo: lungo 56 cm, setoso, leggermente ondulato, con ricche frange non troppo folte. Colore: nero antracite, con focature rosso castano vivo alle sopracciglia, ai lati del muso, alla gola, al petto, agli arti, ai piedi e intorno all’ano. Taglia: maschi 5864 cm; femmine 5662 cm.

ATTITUDINI
Leggermente più tranquillo rispetto al Setter inglese, è un cane da ferma generico. Sul lavoro è meno veloce e la sua cerca è meno estesa rispetto agli altri Setter: e queste sono proprio le cause della sua minor diffusione. Come tutti i Setter può essere un dolcissimo cane da compagnia. Ha un eccellente olfatto e una certa attitudine anche al ruolo di cane da guardia, perché è piuttosto diffidente con gli estranei.

SALUTE
È un cane molto robusto che non ha particolari problemi. In questa razza c’è però un’incidenza piuttosto alta di displasia dell’anca, quindi è bene far radiografare i riproduttori.

DOVE TENERLO
Può vivere sia in casa sia in giardino, ma essendo un cacciatore e un atleta deve essere portato in campagna il più spesso possibile: ha bisogno di molto esercizio fisico.

NOTE
Il suo nome deriva da quello dei duchi di RichmondGordon, che crearono la razza.

FCI 6 Gruppo 7

Nazionalità: Gran Bretagna

Sezione: 2 Cani da ferma britannici e irlandesi
Sottosezione: 2 Tipo Setter

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top