Foxhound

20/10/2014
Foxhound
ORIGINI
L’associazione britannica dei Foxhound gestisce dal XVIII secolo il libro sulle origini dei Masters, in cui ogni proprietario di Foxhound può rintracciare la genealogia del suo cane. In Gran Bretagna l’allevamento è nelle mani dei Masters of Foxhounds dell’associazione inglese del Foxhound. La razza fu riconosciuta dalla FCI nel 1964.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane possente e ben proporzionato, dalla silhouette molto caratteristica. Molto simile al Foxhound americano, è però leggermente più basso e più muscoloso. La testa è ben proporzionata, con cranio piatto, di larghezza media, e stop poco marcato. Gli occhi sono di grandezza media, di color nocciola o bruno, di espressione viva. Le orecchie, attaccate alte, cadono ben accostate alle guance. La coda è attaccata piuttosto alta, portata gaiamente. Pelo: corto e fitto, assai resistente agli agenti atmosferici. Colore: tutti i colori e le macchie sono accettati. Taglia: 58-64 cm (23-25 pollici).

ATTITUDINI
È stato selezionato – e viene utilizzato da sempre – per la caccia alla volpe a cavallo. È un segugio dotato di grande forza e resistenza, naturalmente portato alla caccia; il temperamento è amichevole, dolce, mai aggressivo. Può essere anche un cane da famiglia per la sua grande dolcezza, ma è indipendente, poco docile e obbediente e ha bisogno di moltissimo esercizio fisico.

NOTE
In Italia è poco conosciuto e diffuso, ma è uno dei progenitori di una delle due razze da caccia più amate, il Pointer inglese. Secondo alcuni autori ha partecipato anche alla creazione del Drahthaar.

FCI 159 Gruppo 6

Nazionalità: Gran Bretagna

Sezione: 1 Segugi
Sottosezione: 1 Taglia grande

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top