Coton de tuléar

20/10/2014
Coton de tuléar
ORIGINI
È apparso in Europa nel 1977, anno in cui un soggetto è arrivato in Francia. Prima è sempre e solo vissuto in Madagascar, sconosciuto al resto del mondo: è praticamente impossibile risalire con certezza alle sue origini, anche se pare evidente l’influsso di cani francesi.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un piccolo cane dal pelo lungo di tessitura simile a quella del cotone (da cui il nome), allegro e turbolento. Il rapporto altezza-lunghezza è di 2:3. La testa, vista dall’alto, ha forma triangolare; il cranio ha profilo superiore convesso; il muso, più corto del cranio, misura circa 6 cm; lo stop non è molto accentuato. Gli occhi sono rotondi, vivaci, di colore scuro. Le orecchie cadenti, sottili e triangolari, lunghe circa 7 cm, attaccate alte sul cranio. Il tronco presenta una linea superiore appena convessa. Gli arti devono essere in perfetto appiombo. La coda è attaccata bassa, lunga circa 18 cm, grossa alla radice e fine all’estremità; in riposo scende sotto al garretto, con estremità rialzata. Pelo: fine, leggermente ondulato, lungo circa 8 cm. Colore: bianco, è ammessa qualche macchia fulva o grigia soprattutto sulle orecchie. Taglia: maschi 28 cm, per un peso di 5 kg circa; femmine 25 cm, per un peso di 4 kg circa (entrambi con tolleranza di 3 cm in più o in meno e di 1 kg in più o in meno).

ATTITUDINI
È un vero giocherellone, tanto che il suo stesso standard lo definisce “a volte un po’ pagliaccio”. Affettuosissimo con il padrone e i bambini, può essere piuttosto diffidente verso gli estranei. È esclusivamente un cane da compagnia, anche se alcuni soggetti particolarmente eccitabili possono svolgere il compito di “campanelli” segnalando l’arrivo di estranei. Vivacissimo, è però sicuro al cento per cento con i bambini, con cui gioca stando molto attento a non far loro del male.

SALUTE
È un cane estremamente rustico e robusto.

DOVE TENERLO
In appartamento, perché è nato come cane da compagnia. Probabilmente tra i suoi progenitori c’è qualche cane da acqua, perché ama molto questo elemento.

NOTE
Il mantello richiede qualche cura, ma meno di altri cani di tipo Bichon. Purtroppo è poco conosciuto in Italia, dove è difficile trovare un cucciolo.

FCI 283 Gruppo 9

Nazionalità: Madagascar e Francia

Sezione: 1 Bichon e razze affini
Sottosezione: 2 Tipo Coton de Tuléar

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top